A A A

Condizionalita┬┤: attenzione alla monosuccessione di cereali.
Normative e scadenziario ^
 
20 Agosto 2012


Come noto, lo Standard 2.2. “Avvicendamento delle colture” del regime della Condizionalità impone, a decorrere dal 2008, una durata della monosuccessione di cereali di massimo 5 anni. Ciò al fine di mantenere il livello di sostanza organica nel suolo e di salvaguardare la sua struttura, favorendo quindi l’avvicendamento delle colture sullo stesso appezzamento di terreno agricolo. Pertanto, se su un terreno si è operata la monosuccessione del medesimo cereale fin dal 2008, sarà necessario dalle prossime semine autunnali (campagna 2013) cambiare coltura per non incorrere nelle penalità previste dalla Condizionalità.

I cereali interessati dalla norma in questione sono: frumento duro, frumento tenero, triticale, spelta, segale, orzo, avena, miglio, scagliola, farro, mais e sorgo. E’ escluso il riso.
Per monosuccessione di cereali s’intende la coltivazione dello stesso cereale sul medesimo appezzamento per 2 o più anni consecutivi.
Il computo degli anni di monosuccessione decorre quindi a partire dall’anno 2008.
Non interrompono la monosuccessione le colture intercalari in secondo raccolto.
La successione dei seguenti cereali (frumento duro, frumento tenero, triticale, spelta, segale, orzo, avena, miglio, scagliola, farro) è considerata, ai fini del presente standard, come monosuccessione dello stesso cereale.

La normativa dà la possibilità di ricorrere a due deroghe alternative fra loro che consentono di prorogare la monosuccessione anche dopo i primi 5 anni.
1. Dimostrazione del mantenimento del livello di sostanza organica mediante analisi del terreno (una almeno ogni 5 ettari di superficie interessata) da eseguirsi, in conformità alle metodologie ufficiali, in uno degli anni del periodo di monosuccessione e dopo il raccolto del cereale coltivato nel “periodo in deroga”. Per “periodo in deroga” si intende ogni anno successivo al termine della durata massima prevista per la monosuccessione.
In altre parole, se la monosuccessione è iniziata nel 2008 sarà necessario effettuare le analisi già quest’anno e ripeterle ogni anno successivo per il quale si ricorre alla deroga. Nel caso di ricorso alla deroga e di accertamento, analisi alla mano, della diminuzione del livello di sostanza organica, sarà necessario effettuare interventi di ripristino del livello di sostanza organica del suolo tramite sovescio, letamazione o altri interventi di fertilizzazione organica.
2. In alternativa alle analisi del terreno, per gli agricoltori che intendono effettuare la monosuccessione sulla stessa particella anche nel 2013 è data la possibilità di adottare tecniche agronomiche e colturali di mantenimento del livello della sostanza organica del terreno, presentando nel contempo una comunicazione nitrati comprensiva di piano di distribuzione a garanzia della tracciabilità dell'adozione di tali tecniche agronomiche e colturali.
In tal caso, sulle particelle oggetto di monosuccessione, l'agricoltore è tenuto al rispetto contemporaneo di tutte 3 le seguenti condizioni:
1) dichiarare le particelle interessate nella comunicazione nitrati comprensiva di piano di distribuzione; tale comunicazione deve essere presentata sia per l'anno 2012, che per l'anno 2013.
2) apportare dal prossimo anni su queste particelle un quantitativo di azoto organico pari ad almeno 170 kg per ettaro e per anno di azoto per il mais e ad almeno 150 kg per ettaro e per anno di azoto per gli altri cereali (orzo, frumento, triticale, ecc…).
3) effettuare su queste particelle operazioni quali sovescio, letamazione o altri interventi di fertilizzazione organica. Si sottolinea che per "altri interventi di fertilizzazione organica"si intende l’utilizzo di liquame con interramento di stocchi (interramento obbligatorio solo nei casi di non adesione alla deroga nitrati) ed utilizzo di digestato.

I tecnici di Confagricoltura presenti presso gli uffici di zona e della sede Mantova sono a disposizione per fornire tutti gli approfondimenti necessari per affrontare questo delicato adempimento senza incorrere in penalizzazioni sui premi comunitari.



Condizionalità, Monosuccessione di cereali



precedente: PSR, ecco le prossime scadenze
successivo: Rifiuti agricoli, attenzione alle scadenze. Obbligatorio consegnare le schede mensili.


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]