A A A

Inail, nuovo bando per la sicurezza sui luoghi di lavoro
Normative e scadenziario ^
 
17 Luglio 2020


 
Come già anticipato su questo periodico, sulla G.U. n. 168 del 6 luglio 2020 è stato pubblicato l’Avviso pubblico ISI Agricoltura 2019-2020, “Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro”, a cui contestualmente è seguita la pubblicazione degli Avvisi regionali/provinciali nel sito di INAIL. Come noto, con la revoca del Bando ISI 2019 e la conseguente riallocazione delle risorse per il finanziamento di misure finalizzate al contenimento e al contrasto della diffusione del coronavirus negli ambienti di lavoro, sono stati fatti salvi gli interventi legati alle risorse del Bando ISI Agricolo.
L’oggetto del finanziamento rimane lo stesso degli scorsi anni: incentivare l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali caratterizzate da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali, nonché il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli.
Il nuovo Bando ISI agricoltura ha una dotazione finanziaria di 65 milioni di euro, che è l’ammontare complessivo delle risorse 2019 e 2020 e dei residui delle precedenti edizioni. Va peraltro ricordato che con lo stanziamento 2020 si conclude la procedura autorizzativa, avviata nel 2016 e notificata alla Commissione UE per il periodo 2016-2020, per l’accesso ai finanziamenti INAIL superando la limitazione collegata al de minimis agricolo. Il budget complessivo del nuovo Bando, come gli anni precedenti, viene ripartito in budget regionali e su due assi di finanziamento distinti: 53 milioni di euro riservato alla generalità delle imprese agricole e 12 milioni di euro riservato agli imprenditori giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria.
Il finanziamento, di massimo 60 mila euro e minimo 1.000 euro, rimane sempre in conto capitale con una procedura valutativa a sportello, dopo l’invio delle domande con il click-day, calcolato sulle spese ritenute ammissibili, sostenute e documentate, al netto dell’IVA nella misura del:
  • 40% per l’asse dedicato alla generalità delle imprese agricole;
  • 50% per l’asse dedicato agli imprenditori giovani agricoltori.
Il bando ISI Agricolo 2019-2020 ricalca in linea generale il bando ISI 2019 per la parte dell’Asse 5 -agricoltura (quest’ultimo revocato con il decreto Rilancio ad eccezione dei finanziamenti per il settore agricolo). Di seguito alcuni elementi qualificanti:
i finanziamenti ISI possono essere cumulati con altri aiuti di stato riguardanti diverse spese ammissibili individuabili o in relazione alle stesse spese ammissibili, in tutto o in parte coincidenti, unicamente se tale cumulo non comporta il superamento dell’intensità di aiuto (40% delle spese ammissibili per l’asse che riguarda la generalità delle imprese agricole, 50% delle spese ammissibili per l’asse relativo ai giovani agricoltori).
Nel caso in cui il soggetto destinatario del finanziamento per il medesimo progetto oggetto del finanziamento voglia ricorrere anche al riconoscimento di agevolazioni fiscali, sarà cura dello stesso verificarne con l’Amministrazione finanziaria la compatibilità ai sensi della normativa fiscale vigente in materia, anche rispetto alla propria posizione fiscale complessiva.
Sono ammesse a finanziamento le spese di acquisto o di noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali e/o di macchine agricole o forestali; e le spese tecniche, consistenti unicamente in quelle per la redazione della perizia asseverata.
Le spese ammissibili per l’acquisto di trattori agricoli o forestali e/o di macchine agricole e forestali, anche nel caso di acquisto tramite noleggio con patto d’acquisto, devono essere calcolate, al netto dell’IVA, con riferimento al preventivo presentato a corredo della domanda e, comunque, nei limiti dell’80% del prezzo di listino di ciascun trattore o macchina.
Per poter presentare la domanda, è necessario raggiungere la soglia minima di ammissibilità, pari a 120 punti.
Le domande devono essere presentate in modalità telematica, secondo le seguenti 3 fasi:
1. accesso alla procedura online e compilazione della domanda (sito internet www.inail.it) entro il 24 settembre 2020;
2. invio della domanda online da effettuarsi con i tempi e le modalità indicati;
3. conferma della domanda on line tramite l’invio del modulo di domanda (Modulo A) e della documentazione a suo completamento da effettuarsi nei tempi e con le modalità indicati.
Si evidenzia che la fase di compilazione della domanda è attiva dal 15 luglio fino al 24 settembre 2020. Di seguito il riassunto delle tempistiche.
 
Calendario scadenze Isi Agricoltura 2019-2020.
Apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda 15 luglio 2020
Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda 24 settembre 2020
Download codici identificativi Dal 25 settembre 2020
Regole tecniche per l'inoltro della domanda online
e date dell'apertura dello sportello informatico
Entro 7 giorni dalla chiusura
della procedura informatica
Pubblicazione elenchi cronologici provvisori Entro 14 giorni dall'apertura
dello sportello informatico
Upload della documentazione
(efficace nei confronti degli ammessi agli elenchi pena la decadenza della domanda)
Periodo di apertura della procedura
comunicato con la pubblicazione degli elenchi cronologici
Pubblicazione degli elenchi cronologici definitivi Alla data comunicata contestualmente alla
pubblicazione degli elenchi cronologici provvisori.





precedente: Sorveglianza sanitaria: la Cimi amplia il contributo anche ai lavoratori stagionali
successivo: Contributi per i vigneti: al via le domande per la campagna 2020/2021


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]