A A A

Novità per la compensazione del modello F24
Normative e scadenziario ^
 
19 Febbraio 2020


Tra le novità introdotte dal Governo per i contribuenti titolari di partita Iva, c’è l’obbligo di presentazione, a far data dal 1° gennaio 2020, del modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate. In particolare, il DL n. 124/2019 ha esteso l’obbligo di inviare il modello F24 telematico tramite Entratel o Fisconline o intermediario abilitato (professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc.) anche per le compensazioni di crediti maturati dal sostituto d’imposta per il recupero delle eccedenze di versamento delle ritenute (es. cod. 1627, 6781, 1628, 6782) e dei rimborsi erogati ai dipendenti, come rimborsi 730 e bonus Renzi (cod. 1655).

Compensazione modello F24 2020 contribuenti titolari di partita IVA
 
Saldo modello F24 Modalità di compensazione utilizzabile
  1. Modello F24 con saldo positivo senza compensazioni
Obbligo di Home Banking e facoltà canale intermediari
  1. Modello F24 con saldo positivo e compensazione di qualsiasi tipo
Obbligo di utilizzare i canali dell’Agenzia delle Entrate (Entratel/Fisconline)
  1. Modello F24 con saldo zero
Obbligo di utilizzare i canali dell’Agenzia delle Entrate (Entratel/Fisconline)

Nel primo caso, il contribuente titolare di partita Iva ha l’obbligo di pagamento tramite home banking (non può essere quindi utilizzato il modello F24 cartaceo). Negli altri due casi di compensazione, modello F24 con saldo finale positivo o uguale a zero, il contribuente ha l’obbligo di pagare tramite i canali dell’Agenzia delle Entrate (Entratel/Fisconline) o avvalersi dell’intermediario abilitato.





precedente: Novità per le macellazioni d'urgenza
successivo: Nuovo bando per la biosicurezza negli allevamenti avicoli


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]