A A A

Le scadenze fiscali di giugno e luglio
Normative e scadenziario ^
 
20 Giugno 2019


I mesi di giugno e luglio sono notoriamente mesi caldi per gli italiani, non solo dal punto di vista climatico, ma come esborso di imposte e tasse varie. Il 17 giugno scorso è scaduto il termine per il pagamento di Imu e Tasi, ed è già tempo di rimettere mano al portafoglio per pagare le imposte collegate alla dichiarazione dei redditi, il cui termine scade il prossimo 1° luglio, ma che può essere posticipato di altri 30 giorni e quindi si va al 31 luglio pagando insieme alle varie imposte lo 0,4% a titolo di interessi. Queste due date non sono tassative per tutti i contribuenti perché chi svolge attività soggette agli Isa (indicatori sintetici di affidabilità) o deve dichiarare redditi provenienti da società o da imprese familiari soggette agli Isa può beneficiare della proroga del versamento al 22 luglio, che può diventare 21 agosto pagando lo 0,4% in più a titolo di interessi. Le attività agricole non sono soggette agli Isa e pertanto le scadenze di pagamento per i soggetti che svolgono queste attività saranno 1° luglio oppure 31 luglio. Ciò non toglie che qualche agricoltore, o perché svolge altre attività, o perché ha delle partecipazioni in società soggette agli Isa, possa beneficiare del maggior termine di versamento. Parlando di scadenze di versamento delle imposte cogliamo l’occasione per ricordare le agevolazioni che interessano gli agricoltori, che sono: esenzione dal pagamento dell’Irap per tutti coloro che svolgono attività agricole entro i limiti del reddito agrario o attività connesse che comportano un reddito aggiuntivo da dichiarare. In questo caso, chi svolge anche queste attività paga l’Irap (solo per queste ultime attività). Chi è in possesso della qualifica di coltivatore diretto o di imprenditore agricolo professionale e di conseguenza è iscritto all’Inps e paga i contributi previdenziali agricoli, beneficia dell’esenzione dal pagamento dell’Imu sui terreni agricoli e dell’Irpef sui redditi dei terreni. Quest’ultima agevolazione è limitata ai periodi d’imposta 2017, 2018 (che è quello che si dichiara in quest’anno) e 2019.                  





precedente: Le scadenze della campagna 730 per l'annata 2019
successivo: Corrispettivi elettronici: le nuove norme per le aziende agricole


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]