A A A

Corrispettivi elettronici: le nuove norme per le aziende agricole
Normative e scadenziario ^
 
03 Giugno 2019


L’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti in merito all’obbligo di invio telematico dei corrispettivi, che riguarderà un vasto numero di contribuenti. L’obbligo decorrerà a partire dal 1° luglio 2019 per i contribuenti con volume d’affari Iva (riferito all’anno 2018) superiore ai 400.000 euro. Le aziende agricole dunque dovranno verificare l’ammontare del proprio volume d’affari  complessivo delle varie attività (attività agricola, attività connessa, produzione energia e agriturismo) e, nel caso di volume d’affari superiore a 400.000 euro, dotarsi obbligatoriamente di registratore di cassa, o modificare quello esistente per poter inviare telematicamente al Sistema d’interscambio (Sdi) dell’Agenzia delle entrate i corrispettivi giornalieri. L’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi per le altre aziende, quelle cioè con volume d’affari inferiore a 400.000 euro nell’annata 2018, scatterà a partire dal 1° gennaio del 2020. Le aziende agricole che adottano il Regime speciale agricolo e gestiscono i corrispettivi sono esonerate dall’obbligo di trasmissione telematica degli stessi. Novità in vista anche per le aziende agrituristiche: quelle che applicano il regime forfettario saranno obbligate a dotarsi di registratore di cassa con invio telematico dei corrispettivi dal 1° luglio 2019 (per volume d’affari superiore ai 400.000 euro) o dal 1° luglio 2020 (per volume d’affari inferiore ai 400.000 euro). Previsto anche un contributo per chi acquista un registratore di cassa telematico di nuova generazione, necessario per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri: il contributo è pari al 50% (fino a un massimo di 250 euro).     





precedente: Le scadenze fiscali di giugno e luglio
successivo: Revisione macchine agricole: ecco le nuove scadenze


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]