A A A

Fatturazione elettronica: la scadenza per il versamento dell'imposta di bollo
Normative e scadenziario ^
 
10 Aprile 2019


L’Agenzia Entrate ha introdotto nel 2019 la fatturazione elettronica e anche una nuova modalità per assolvere l’imposta di bollo applicate sulle fatture emesse. La marca da bollo – da euro 2,00 - deve essere indicata sulla fattura emessa quando ci sono operazioni esenti, operazioni non imponibili, operazioni fuori campo iva oppure operazioni escluse da iva tutte per importi superiori ad euro 77,47. L’Agenzia Entrate – in base al Decreto del MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) del 28 dicembre 2018 – ha previsto una modalità di calcolo e comunicazione ai contribuenti dell’imposta di bollo dovuta ogni trimestre con apposita informazione fornita all’interno del portale informatico sul sito dell’Agenzia Entrate in Area Riservata di Fatture e Corrispettivi con la possibilità anche di pagamento automatico indicando il proprio codice IBAN. Ad oggi questa informazione non è ancora presente e non abbiamo notizia di quando sarà disponibile. La prima scadenza è prevista entro il 23 aprile 2019 relativa all’imposta dovuta per il 1° trimestre 2019. La gestione contabile delle fatture emesse dagli associati non ci permette di calcolare correttamente l’imposta di bollo da versare pertanto si chiede agli associati di verificare le fatture emesse nel trimestre Gennaio-Marzo 2019 e di comunicare agli uffici di Zona o direttamente alla sede se c’erano fatture soggette a marca da bollo. Il codice tributo previsto per il versamento dell’imposta di bollo è il 2501 anno 2019.





precedente: Modello IV: per il rilascio obbligatorie le informazioni sul trasportatore
successivo: Cisterne per gasolio: chiarimenti normativi


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]