A A A

Finanziaria 2017, tutte le novità (seconda parte)
Normative e scadenziario ^
 
16 Gennaio 2017


Come fatto presente con la precedente circolare n. 14 del 4 gennaio 2017 buona parte delle novità fiscali sono state introdotte dal decreto legge 193/2016 convertito nella legge 225/2016; latradizionale legge finanziaria che da quest’anno assume il nome di legge di bilancio, fatto eccezione per la importante novità che riguarda i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola che dal 2017 beneficeranno dell’esenzione dalla base imponibile Irpef dei redditi dei terreni e alla decontribuzione Inps per gli agricoltori neo iscritti under 40, per ciò che riguarda il nostro settore. la legge in esame, si limita a prorogare gli effetti di norme che altrimenti sarebbero decadute.
 
  1. Esenzione Irpef per i redditi dei terreni di CD e IAP
Il comma 44 dell’articolo unico della legge di bilancio 2017 dispone per il triennio 2017/2019 l’esenzione dal pagamento dell’Irpef per i redditi dominicali ed agrari delle persone fisiche iscritte nella previdenza agricola.
In definitiva con la prossima dichiarazione dei redditi (unico 2017 redditi percepiti per l’anno d’imposta 2016) i coltivatori diretti (CD) e gli imprenditori agricoli professionali (IAP) continueranno a dichiarare i redditi dei terreni; con il periodo d’imposta che riguarda quest’anno (2017) e quindi unico 2018 e sino a unico 2020 gli stessi soggetti saranno esentati dal pagamento dell’Irpef su detti redditi.
La norma agevolativa richiama anche i soggetti previsti dal decreto legislativo 99/2004, pertanto si ritiene che il beneficio sia esteso alle società di persone che determinano il reddito sulla base delle risultanze catastali.
Le condizioni per poter beneficiare dell’agevolazione sono tre:
  • essere iscritti all’Inps nella gestione previdenziale agricola;
  • essere tenuti a dichiarare il reddito dei terreni;
  • condurre direttamente il terreno.
Facendo alcuni esempi e in attesa di chiarimenti definitivi, si suppone che:
  1. un CD o uno IAP proprietario di due fondi agricoli di cui uno concesso in affitto a terzi, l’esenzione riguarda solo il fondo agricolo condotto, mentre per quello concesso in affitto si dovrà continuare ad assoggettare ad Irpef il relativo reddito dominicale;
  2. l’affittuario CD o IAP beneficia dell’agevolazione sul reddito agrario, mentre il proprietario continua ad assoggettare ad Irpef il reddito dominicale;
  3. i soci CD o IAP di una società semplice che conduce il terreno, come pure i soci CD o IAP di una società in nome collettivo o di una società in accomandita semplice costituita in società agricola che ha optato per la tassazione su base catastale, beneficiano dell’agevolazione. Viceversa assolveranno l’Irpef i soci delle medesime società che non sono iscritti all’Inps nella gestione previdenziale agricola.
Per altri casi come quello dei coadiuvanti agricoli è bene attendere chiarimenti.
Non beneficeranno dell’agevolazione le SRL agricole in quanto queste società sono tenute a pagare l’Ires, imposta che non è citata come esente dal pagamento del reddito dei terreni.
 
  1. Esenzione contributiva Inps per i neo iscritti CD o IAP under 40
I coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali di età inferiore ai 40 anni che si iscrivono nel 2017 nella gestione previdenziale agricola beneficeranno di uno sgravio contributivo del 100% per i primi tre anni (2017, 2018 e 2019) del 66% per il quarto anno e del 50% per il quinto anno. Lo sgravio spetta anche agli iscritti del 2016 “under 40” se operano in zone montane o svantaggiate.
 
  1. Prorogate al 2017 le detrazioni fiscali per gli immobili abitativi con novità per il bonus mobili
Confermato anche per l’anno 2017 il recupero fiscale del 50% per chi ristruttura casa e del 65% per chi effettua interventi atti a favorire il risparmio energetico su fabbricati ad uso abitativo oppure strumentale. In entrambi i casi confermato il limite di spesa sul quale è riconosciuto il recupero fiscale e il numero degli anni (10) sul quale spalmare il recupero fiscale stesso.
Confermato anche la proroga a tutto il 2017 del bonus mobili che consente di recuperare in 10 anni il 50%, fino ad un limite massimo di spesa di 10.000 euro, per chi acquista mobili o grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+ (A per i forni) finalizzati all’arredo di abitazioni ristrutturate, e qui sta la novità, i cui lavori sono iniziati nel 2016. Quindi chi ha ristrutturato case con lavori iniziati nel 2015 o in anni precedenti, non può beneficiare del risparmio fiscale per l’acquisto di mobili o grandi elettrodomestici comprati nel 2017.
 
  1. Aumentata anche per l’anno 2017 la percentuale di compensazione per bovini e suini
La legge di stabilità del 2016 dispose l’aumento a regime della percentuale di compensazione sul latte al 10%, facendo sì che i produttori di latte col 2016 non versassero più Iva per tale prodotto. La stessa legge di stabilità del 2016 aumentò per il solo anno 2016 la percentuale di compensazione sui bovini dal 7 al 7,65% e dei suini dal 7,30 al 7,95%. Per onor del vero la legge di stabilità fissò un limite massimo di aumento del 7,70% per i bovini e del 8% per i suini, rimandando il tutto ad un apposito decreto che ne fissò l’aumento a 5 centesimi di punto in meno. L’attuale legge di bilancio al comma 45 dell’articolo unico, fissa sempre il limite massimo di aumento al 7,70% per i bovini e all’8% per i suini demandando il tutto ad un apposito decreto, le aspettative sono di una conferma degli aumenti in vigore nel 2016.
 
  1. Ennesima proroga per la rideterminazione del valore delle aree fabbricabili e per le quote di partecipazione in società
Come ormai consuetudine, tanto che viene da chiedersi perché la norma non venga messa a regime, i possessori di aree fabbricabili o di terreni agricoli acquistati da meno di 5 anni e di quote di partecipazione in società, possono, a norma del comma 554, rideterminare il valore iniziale con perizia di stima asseverata da fare entro il prossimo 30 giugno 2017. L’aliquota dautilizzare per determinare l’imposta sostitutiva da versare,a norma del comma 555, è l’8%.
La perizia deve determinare il valore più probabile alla data del 1° gennaio 2017; l’imposta sostitutiva va versata in una unica rata entro il 30 giugno 2017 oppure in tre rate annuali con scadenza il 30giugno del 2017, 2018 e 2019 gli importi da versare con la seconda e terza rata devono essere maggiorati rispettivamente del 3 e del 6% a titolo di interessi.
È appena il caso di ricordare che hanno interesse a rideterminare il valore di iniziale dei suddetti beni o quote di partecipazione in società i soggetti che hanno in previsione di effettuare, nel breve, delle vendite; in questo modo annullano o comunque riducono fortemente la plusvalenza che altrimenti dovrebbe essere assoggettata a tassazione.
 
  1. Riaperti  i termini per assegnare i beni ai soci e per trasformare le SNC, SAS ed SRL di gestione dei beni in società semplice
La legge di stabilità dello scorso anno diede la possibilità ai soci di società di tipo commerciale come SNC, SAS o SRL di assegnare i beni ai soci avvalendosi di particolari agevolazioni fiscali. La stessa legge diede la possibilità alle stesse società commerciali, che avevano per oggetto esclusivo o principale la gestione di beni immobili, nel nostro settore è il caso delle SNC, SASo SRL che hanno affittato il loro fondo agricolo, di trasformarsi in società semplice beneficiando di agevolazioni fiscali.
La norma è piuttosto interessante perché in caso di futura vendita di terreni agricoli o di fabbricati la società semplice non ha il problema della plusvalenza.
Lo scorso anno questa agevolazione fu poco utilizzata perché i chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate arrivarono alla scadenza del termine per usufruire dell’agevolazione; per questo motivo il comma 565 di questa legge di bilancio ne ha riaperto i termini, fissando la scadenza al 30 settembre 2017.




Confagricoltura Mantova, Finanziamenti ed aiuti, Semplificazione amministrativa



precedente: Sisma 2012: aperto il bando regionale per la rimozione di carenze strutturali
successivo: Finanziaria 2017, tutte le novità (prima parte)


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]