COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Nitrati, nuovo tavolo il 28 maggio. Ispra: zootecnia ha un ruolo marginale.
News e comunicati ^
 
09 Maggio 2014


Anche su sollecitazione di Confagricoltura, i ministri dell’Ambiente e delle Politiche agricole hanno deciso di convocare un tavolo di lavoro per il 28 maggio sulla questione nitrati. Giorno in cui si confronteranno l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale  (Ispra), Regioni e associazioni di categoria. Durante la riunione si farà il punto della situazione sullo studio Ispra, finalizzato a individuare i processi di contaminazione delle acque da nitrati in applicazione dell’accordo Stato-Regioni del 5 maggio 2011, che ha l’obiettivo di aggiornare la delimitazione delle aree vulnerabili anche sulla base del ruolo effettivo esercitato dalle diverse sorgenti di contaminazione da nitrati sull’inquinamento delle acque.

Di fatto, la relazione elaborata dall’Ispra fornisce dati significativi sul contributo delle diverse sorgenti. Stando a quanto riportato nel documento, «la maggior parte del territorio (dal 36% al 55% a seconda delle Regioni), indipendentemente dal grado di pericolo ad esso associabile, è prevalentemente soggetto alla presenza di sorgenti multiple. Il contributo prevalente di natura zootecnica, cosi come quello civile, interessano non più del 10% delle superfici regionali, tranne nel Piemonte in cui il primo raggiunge il 19%. La sorgente minerale prevalente, interessa da un minimo del 25% a un massimo del 53% delle superfici regionali».

«Questi primi dati, anche se ancora approssimativi, denotano un minor impatto della zootecnica nell’inquinamento da nitrati e confermano il peso di quello civile – ha detto Matto Lasagna, presidente di Confagricoltura Mantova – Aspettiamo i numeri definitivi per mettere un punto definitivo alle voci di quanti si ostinano ad addossare all’agricoltura colpe che non ha».
 





precedente: Prezzi rilevati in Borsa Merci.
successivo: Amministrative del 25 maggio, Confagricoltura Mantova scrive ai candidati.


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]