COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Petizione pro mais transgenico Mon 810
News e comunicati ^
 
12 Dicembre 2013




Le filiere agroalimentari del nostro Paese utilizzano da molti anni grandi quantità di materie prime (cereali e soia in primis) provenienti dall’estero. Questi prodotti, nella maggior parte dei casi, provengono da coltivazioni ogm.
Le imprese agricole italiane possono utilizzare ma non coltivare piante ogm nonostante le autorizzazioni europee e le garanzie dell’EFSA.

Pertanto gli imprenditori agricoli lombardi chiedono al corpo legislativo della Regione di adeguarsi immediatamente alla sentenza C-36/11del 12 settembre 2012 e all'ordinanza C-542/12 del 8 maggio 2013 emesse dalla Corte di Giustizia europea in materia di coltivazione di mais OGM. In previsione della proposta di adozione delle misure di coesistenza, fanno inoltre presente che nelle nostre campagne può essere agevolmente applicata la coesistenza tra colture biologiche, convenzionali (ibridi) e geneticamente modificate, attraverso l’applicazione delle buone pratiche agricole.

Firma la petizione pro mais transgenico Mon 810.

Puoi farlo online  
o  recandoti nella sede o negli uffici di zona di Confagricoltura Mantova.





OGM, Petizioni



precedente: Da produttori a imprenditori, la sfida dei giovani di Confagricoltura.
successivo: Prezzi rilevati in Borsa Merci.


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]