COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Sospensione dell’Imu, per Confagricoltura un atto di giustizia.
News e comunicati ^
 
29 Maggio 2013


«La sospensione della rata di giugno contenuta nel cosiddetto ‘decreto congelamento Imu’ è un atto di giustizia. L’agricoltura ha già pagato abbastanza per l’introduzione di un’imposta iniqua che ha tassato strumenti e posti di lavoro come fossero patrimoni». Parole dure quelle del presidente di Confagricoltura Mantova, Matteo Lasagna, all’indomani della scelta presa dal Consiglio dei ministri. «Un gesto doveroso visto che per il nostro settore l’Imu si è tradotta in un aumento di circa 130 milioni di euro solo per il gettito dei terreni agricoli. Questa decisione è un primo e concreto segnale di interesse verso la nostra categoria, ora bisogna invertire rotta e ricominciare a sostenere le imprese».

Stando alle nuove disposizioni riportate nel decreto approvato lo scorso 17 maggio, il Consiglio dei ministri ha previsto la sospensione dell’imposta in questione relativamente alla prima casa, ai terreni agricoli, ai fabbricati rurali strumentali e alle coop edilizie e immobili Iacp. A tal proposito, è opportuno fornire alcuni chiarimenti in merito ai fabbricati rurali abitativi e ai fabbricati strumentali agricoli (capannoni) censiti in catasto con una categoria diversa da D/10. In primis, va ricordato che la circolare ministeriale 3/DF/2012 ha chiarito che ai fini del riconoscimento della ruralità sono da rivelare unicamente la natura e la destinazione dell'immobile,  indipendentemente dalla categoria catastale di appartenenza. Tuttavia, ai fini del riconoscimento della ruralità negli atti e per evitare possibili contenziosi è indispensabile che in catasto sia presente una specifica annotazione accanto ai dati catastali dell’immobile. Per le abitazioni accatastate in “A6” e i fabbricati strumentali accatastati in categoria D/10, la ruralità è fuori discussione a condizione che permanga la loro funzione. Pertanto solo per i fabbricati rurali di cui sopra e per quelli effettivamente certificati, l’Imu sarà sospesa fino al 16/09/2013. Di fatto, la ruralità di un fabbricato, ai fini della sua validità, deve essere certificata e pertanto è necessario provvedere a sistemare eventuali posizioni ancora sospese tramite la presentazione dell’autocertificazione. In tutti questi casi la ruralità può essere riconosciuta solo dal giorno in cui viene presentata l’autocertificazione e rimane tale fino a quando il catasto non accerti situazioni diverse. Ricordiamo che l’imposta resterà valida nel caso di possesso di aree fabbricabili. Per la richiesta del riconoscimento dei requisiti di ruralità è possibile rivolgersi direttamente agli uffici di Confagricoltura Mantova che provvederanno a compilare l’apposito modulo.
 





precedente: Prezzi rilevati in Borsa Merci.
successivo: Quote latte, nessuna multa per l'annata 2012 - 2013.


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]