COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

La proposta Ue di riduzione dei prodotti fitosanitari torna a far discutere
News e comunicati ^
 
06 Novembre 2022


L'assessore all'Agricoltura di Regione Lombardia, Fabio Rolfi
L'assessore all'Agricoltura di Regione Lombardia, Fabio Rolfi
 
Torna a far discutere la proposta di regolamento europeo sull’utilizzo dei fitofarmaci, che comporterebbe fortissime criticità per l’agricoltura mantovana, lombarda e italiana.

Una nuova presa di posizione arriva da Fabio Rolfi, assessore regionale all’Agricoltura, che ha sottolineato come, in caso di approvazione, «l’Italia sarebbe costretta a ridurre del 62% l’utilizzo di prodotti fitosanitari entro il 2030. Un’imposizione che rappresenta un serio rischio per gli operatori del settore, che non riuscirebbero a proteggere adeguatamente le produzioni agricole».

Rolfi ha inviato una lettera a tutti gli europarlamentari eletti in Lombardia, chiedendo una forte azione congiunta nella direzione di un profondo cambiamento nei contenuti di questa proposta di regolamento.

«L’agricoltura italiana – ha aggiunto il presidente di Confagricoltura Mantova, Alberto Cortesi – ha fatto e sta facendo passi da gigante in materia di riduzione dei fitofarmaci. Spesso si dimentica anche che il nostro paese ha condizioni climatiche e tipologie di colture diverse da quelle di altri stati, per cui strategie di protezione qui risultano più complesso che altrove. Ma, alla base di tutto, vi è il concetto secondo il quale la sostenibilità ambientale non può e non deve essere assolutamente nemica dell’agricoltura, soprattutto in un momento storico, come quello attuale, in cui ci viene chiesto di produrre di più».

In merito a quest’ultimo concetto vi è poi un’ulteriore precisazione da fare: «In Italia – prosegue Cortesi – i maggiori quantitativi per ettaro riguardano prodotti fitosanitari a base di rame e zolfo, molecole utilizzate da quel biologico che la Ue sta spingendo in maniera sistematica. La proposta di una riduzione dunque cozzerebbe con questa richiesta di incremento di superfici bio, una vera e propria contraddizione in termini che le istituzioni non possono e non devono ignorare».





precedente: L'Agricoltura Mantovana n° 21 del 07 novembre 2022
successivo: Pronto a partire il tour di fine anno nelle zone del presidente Alberto Cortesi


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]