COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Il forte vento danneggia le campagne: piante cadute e colture allettate
News e comunicati ^
 
05 Luglio 2022


 
Il forte vento di ieri ha causato danni in giro per la provincia, con piante cadute, colture piegate dal vento e anche qualche struttura che ha risentito delle raffiche.
 
Numerose le segnalazioni degli associati di Confagricoltura Mantova arrivate dalle zone di Marmirolo, Goito, Roverbella e Porto Mantovano, dove ramaglie e tronchi hanno invaso diverse strade, causando rallentamenti alla circolazione e abbattendo anche pali della luce, e dove le colture in campo, specialmente il mais ancora in fase di sviluppo, hanno subito danni.
 
Allettamenti, soprattutto sul mais, anche nella zona di Casatico e Marcaria, dove alcune foto aeree mostrano con chiarezza diverse zone dei campi in cui le piante sono state proprio piegate, e in alcuni casi spezzate, dal vento.
 
Nella zona di Canedole si sono registrati anche alcuni tetti danneggiati dal forte vento, mentre poco più in là, nella frazione Rotta di Marmirolo, la corrente è andata via per diverse ore, con le aziende che hanno dovuto generarla tramite l’utilizzo dei trattori. Senza luce per diverso tempo anche altre frazioni della zona.
 
Molto colpita anche la zona di Rodigo, dove l’ufficio di zona di Confagricoltura ha raccolto in poche ore numerose segnalazioni di mais allettato, con percentuale di danno dell’80% tra Rodigo e Castellucchio.
 
Nella bassa, a Pegognaga, area già pesantemente colpita da calamità naturali negli ultimi anni, il vento ha soffiato con minore potenza, ma ciò non ha impedito a diversi alberi di cadere, e a qualche casa di perdere l’utilizzo della corrente, ma solo per breve tempo.
 
Danni seri invece sui pioppeti: impressionanti le immagini che arrivano dalla zona di Serravalle a Po, dove numerose piante sono state letteralmente sradicate. Alcune di quelle che hanno resistito, si sono in ogni caso spezzate a metà, a causa delle violente raffiche e dell’effetto vela creato dal fogliame.
 
«Oltre al danno la beffa – spiega Confagricoltura Mantova – perché le precipitazioni sono pure state scarse. In un momento critico come questo, l’acqua sarebbe servita. Ricordiamo ancora una volta l’importanza di una copertura assicurativa sulle colture. Eventi calamitosi come quello di ieri sono sempre più frequenti: non possiamo farci trovare impreparati».





precedente: Unicredit e Confagricoltura Mantova a supporto delle imprese agricole mantovane
successivo: Comparti zootecnici, in arrivo nuovi sostegni per i settori in crisi


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]