COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Fanghi: Regione Lombardia ne vieta l'utilizzo in 174 comuni
News e comunicati ^
 
10 Dicembre 2021


 
«Nel 2022 lo spandimento di fanghi da depurazione nei campi sarà vietato in 174 comuni lombardi. La materia organica ha reso la pianura padana una delle terre più fertili al mondo. La Regione Lombardia continua a prediligere gli effluenti zootecnici rispetto alla chimica per la fertilizzazione dei campi. Dobbiamo anzi continuare a lavorare affinché la materia organica sia utilizzata per ciò che è: una straordinaria risorsa in ottica di economia circolare, dalla quale poter produrre energia green. Investendo in iniettori e in innovazione tecnologica stiamo contribuendo alla riduzione delle emissioni in atmosfera. La strada è questa, a tutela della zootecnia, dell’agricoltura e dell’ambiente».

Lo ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura Fabio Rolfi presentando il decreto con il quale la Regione Lombardia ha vietato per l’anno campagna 2021/2022 l’impiego per uso agronomico dei fanghi da depurazione in 174 Comuni del territorio regionale. L’impiego dei fanghi è dunque consentito solo su terreni non localizzati in comuni in cui la produzione di effluenti da allevamento, dovuta al carico zootecnico, superi il limite fissato dalla Direttiva nitrati e dalla norma regionale di settore (170 kg N/ha/anno per le zone vulnerabili; 340 kg N/ha/anno per le zone non vulnerabili).

I comuni mantovani coinvolti sono Bagnolo San Vito, Borgo Virgilio, Canneto sull’Oglio, Casaloldo, Castiglione delle Stiviere, Cavriana, Gazoldo degli Ippoliti, Goito, Gonzaga, Guidizzolo, Marmirolo, Medole, Motteggiana, Pegognaga, Piubega, Rodigo, Roverbella e San martino dall’Argine.





precedente: Nuova Pac, risicoltura a rischio
successivo: Danni da gelate, risarcito solo il 20%


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]