COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Terbutilazina: cambiano le condizioni di utilizzo
News e comunicati ^
 
30 Novembre 2021


 
Novità, da parte della Commissione Europea, per quanto riguarda le condizioni di utilizzo della sostanza attiva Terbutilazina, un diserbante utilizzato in ambito agricolo, soprattutto sul mais. Il tutto nasce dalla necessità di verificare la presenza di alcuni metaboliti di tale prodotto all’interno delle acque sotterranee. La Commissione Ue dunque, dopo una serie di analisi ed esami, ha stabilito che “non è possibile escludere, in base alle informazioni fornite dal richiedente, un rischio per i consumatori dovuto all’esposizione ai metaboliti della Terbutilazina qualora questa sia impiegata ogni anno, nello stesso campo, ad un livello massimo di 850 g/ha”.

Di conseguenza, la Commissione stessa ha ritenuto opportuno limitare l’approvazione della Terbutilazina stessa, concedendone l’impiego ad un livello massimo di 850 g/ha solo ogni tre anni all’interno dello stesso campo. Le imprese titolari delle autorizzazioni naturalmente, avranno ora l’obbligo di presentare un’adeguata etichetta, recante le corrette norme di utilizzo del prodotto. La commercializzazione dei quantitativi regolarmente prodotti, fino al momento della revoca e/o della modifica dell’etichetta, saranno consentiti fino al 14 dicembre 2021, mentre l’utilizzo finale dei prodotti stessi recanti la precedente etichetta sarà consentito non oltre la data del 14 giugno 2022.





precedente: Pomodoro da industria: al tavolo di filiera le proposte di Confagricoltura
successivo: Bovimac 2021: il focus di Confagricoltura Mantova รจ sull'agri-fotovoltaico


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]