COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

La filiera della suinicoltura sotto la lente di Confagricoltura alla Millenaria di Gonzaga
News e comunicati ^
 
14 Settembre 2011


Successo di pubblico per la cena - dibattito organizzata dalla nostra Organizzazione, sulle produzioni Dop (Denominazione di origine protetta), Igp (Indicazione geografica protetta) ed Stg (Specialità tradizionale garantita) e sulla situazione del settore suinicolo in Italia. Protagonista della serata, il giornalista del Sole 24 Ore e conduttore radiofonico Davide Paolini, noto al grande pubblico come il gastronauta, tra i maggiori esperti italiani di alimentazione.
Un'occasione per fare il punto su un comparto in crisi, con gli allevatori schiacciati da costi crescenti, che vanno dai prezzi dell'alimentazione agli oneri burocratici. Per non parlare delle difficoltà per l'accesso al credito. L'imperativo, per Confagricoltura, è tutelare le eccellenze. Far sì che la qualità e la sicurezza dei prodotti della suinicoltura italiana trovino un giusto riconoscimento economico. I vertici nazionali e provinciali di Confagricoltura ne hanno parlato nel corso di una cena a tema a base di prodotti provenienti dalla suinicoltura rigorosamente italiana. A destreggiarsi fra i coltelli e fornelli alcuni dei più importanti macellai italiani: Franco Cazzamali, Simone Fracassi, Sergio Motta, Giorgio e Gian Pietro Damin.

Ad aprire i lavori il presidente provinciale e regionale di Confagricoltura, Sergio Cattelan. A confrontarsi sul tema della serata il presidente nazionale dell'organizzazione, Mario Guidi; il suo vice Antonio Piva; il direttore generale di Ineq San Daniele del Friuli, Francesco Ciani; il presidente di Assica, Lisa Ferrarini; il responsabile delle aree agricoltura e industria alimentare di Nomisma, Danis Pantini e il direttore commerciale di Coop Nordest, Gian Maria Menabò.

Nel corso del convegno dibattito tutti i convenuti, seppur da punti di vista diversi, hanno concordato che la filiera suinicola italiana deve continuare a fare ciò che conosce da molto tempo, produrre un suino di qualità, che si distingue dal rimanente panorama europeo. Serve, però, una strategia comune di marketing, che consenta al consumatore estero di conoscere i nostri prodotti a denominazione certificata e la loro estrinseca qualità. Il mercato nazionale è saturo ed è strategico rivolgersi a quelli esteri, non solo europei ma mondiali.

L'evento organizzato da Confagricolura Mantova rappresenta ormai un punto fermo nell'ambito della Millenaria; appuntamento dunque all'anno prossimo.



Dop - Igp, Eventi, Sergio Cattelan, Suini, Mario Guidi



precedente: Aliquota Iva ordinaria al 21%
successivo: Necessario rifondare la filiera della suinicoltura italiana


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]