COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Confagricoltura: il sindacato delle imprese agricole mantovane
News e comunicati ^
 
14 Settembre 2011


L’anno in corso si avvia, salvo imprevisti dell’ultima ora, ad archiviare un’altra annata agraria in chiaro-scuro. La campagna cereali autunno vernini non ha fornito rese esaltanti, ma i prezzi sono tutt’ora su livelli accettabili. Anche per il mais, oltre 63 mila ettari in provincia di Mantova, in questo momento in piena fase di raccolta, si intravedono segnali contrastanti, con buone produzioni ove le irrigazioni sono state adeguate e con rese più scarse laddove la siccità ha fatto sentire i suoi effetti. Prezzi per ora buoni. Non tanto bene le colture ortofrutticole, che hanno pagato la crisi provocata dall’infezione dell’Escherichia coli in Germania. Il pomodoro non ha fornito rese esaltanti, ma la qualità nel complesso è buona. Le barbabietole hanno prodotto leggermente inferiore alle previsioni (55 t./ha di radici), ma con grado zuccherino elevato (punte anche di 17-17,5°).

Per il settore zootecnico, per i formaggi grana padano e parmigiano reggiano potrebbero farsi sentire gli effetti di una produzione che negli ultimi mesi ha galoppato sull’onda di prezzi in continua crescita. Qualche segnale di ripresa per  il comparto suinicolo, ma con prezzi ancora più bassi del livello di due anni fa e costi di produzione cresciuti in un anno del 10%. Anche il comparto delle carni bovine si trova ormai da tempo in una situazione di crisi cronica, anche se il mercato sembra avere invertito finalmente la tendenza negativa che durava da anni. Purtroppo, i costi di produzione sono aumentati in un anno del 12,1%. La situazione è quindi delicata ed i segnali di forte ripresa di fine anno scorso, inizio 2011, si sono ridimensionati.

In questo momento difficile Confagricoltura sta facendo la sua parte, proponendo alle istituzioni regionali e governative una serie di proposte che prevedono interventi d’urgenza e misure strutturali soprattutto per risollevare i settori delle carni suine e bovine e per i formaggi, continuiamo a spronare i Consorzi per una reale regolamentazione produttiva. Inoltre, Confagricoltura è fortemente impegnata nel settore ortofrutticolo affinché l’Unione europea adegui il budget di pronto intervento sull’emergenza E. coli e per fornire strumenti di gestione e programmazione dei prodotti. Inoltre, sta lavorando affinché la prossima Pac, in questi mesi in discussione a Bruxelles, possa contare su un budget adeguato, in quanto siamo  convinti che le imprese agricole debbano avere un quadro certo di lungo periodo, contando su un’adeguata programmazione, con benefici per tutti quanti.

Sul fronte della burocrazia, registriamo segnali contrastanti sulla pietosa vicenda del Sistri. Ad agosto, con un decreto legge, che deve essere convertito entro il 6 ottobre, il Governo aveva cancellato il nuovo cervellotico ed inutile sistema di controllo dei rifiuti. Ora pare ci abbia ripensato. Attendiamo una decisione definitiva, che si auspica sia la conferma della prima decisione.

Confagricoltura Mantova, infine, ha inoltre colto l’occasione di migliorare l’informazione a favore degli imprenditori agricoli, varando un nuovo sito web, che servirà a veicolare le notizie del mondo agricolo in modo veloce e semplice, perché riteniamo che l’impresa agricola abbia oggi più che mai l’esigenza di ottenere informazioni in tempi veloci, per cogliere tutte le opportunità a lei riservate. Buona navigazione.
 
Sergio Cattelan
Presidente Confagricoltura Mantova



Cereali, Sergio Cattelan, Sistri, Bilancio annata agraria, Carne bovina, Suini



precedente: Necessario rifondare la filiera della suinicoltura italiana
successivo: Riapre il credito di funzionamento


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]