COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Sospesi per cinque anni i dazi Usa-Ue
News e comunicati ^
 
16 Giugno 2021


 
Ottime notizie sul fronte commerciale sono arrivate nella giornata di ieri da Bruxelles, dove Unione Europea e Stati Uniti hanno siglato l’accordo che sospenderà ufficialmente per i prossimi cinque anni l’applicazione dei dazi aggiuntivi bilaterali, che dal mese di ottobre 2019 gravavano sui commerci delle due realtà. Realtà che si sono impegnate anche a cercare una soluzione definitiva alla vicenda, nata in seguito al contenzioso tra Boeing ed Airbus. «Questa assurda guerra commerciale – spiega il presidente di Confagricoltura Mantova, Alberto Cortesi – è costata nel giro di un anno e mezzo quasi 3 miliardi di euro in dazi, con il settore agroalimentare italiano che ha contato danni per oltre 500 milioni di euro. E la cosa assurda è che il tutto è nato per motivi che non riguardano assolutamente l’agricoltura». Ora finalmente si vede uno spiraglio di ripresa: «L’intesa siglata tra il presidente Biden e i vertici comunitari rappresenta un’ottima notizia – prosegue Cortesi – che farà certamente da stimolo alla ripartenza delle trattative commerciali tra le due potenze. Non dimentichiamoci infatti che gli Stati Uniti sono il primo mercato di sbocco extra Ue per il nostro Made in Italy agroalimentare». 

La vicenda ha toccato da vicino naturalmente anche la provincia di Mantova, unica ad esempio nella quale si produce sia il Grana Padano che il Parmigiano Reggiano, due delle Dop più colpite dalle misure doganali dell’ultimo anno e mezzo. Nel 2020 l’export complessivo di prodotti agroalimentari mantovani ha superato i 760 milioni di euro di valore, con un aumento del 13% rispetto al 2019. E il mercato statunitense tutto sommato ha retto bene, con un calo dell’1,2% rispetto all’anno precedente, complice anche la pandemia Covid-19. A livello regionale invece, sono 7 i miliardi di euro di esportazioni del 2020 per quanto riguarda i prodotti agroalimentari. A Mantova e provincia si contano 627 industrie alimentari e delle bevande, a testimonianza dell’importanza del comparto. Queste realtà danno lavoro ad oltre 8.000 addetti: «Qualità e sicurezza alimentare – conclude Cortesi – sono alla base del lavoro quotidiano dei nostri imprenditori agricoli e di chi trasforma le materie prime. La sospensione delle tariffe doganali legittima una volta per tutte l’importanza del Made in Italy a livello globale».





precedente: Glifosato: un nuovo studio Ue conferma la sicurezza della sostanza
successivo: Anagrafe ovicaprina: dal 29 luglio il passaggio da Bdr a Bdn


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]