COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Carne bovina sicura e controllata con la tecnologia Blockchain
News e comunicati ^
 
26 Febbraio 2021


I bovini da carne dell'azienda Corte Sempione-Bignotti
I bovini da carne dell'azienda Corte Sempione-Bignotti
 
Una tracciabilità completa, dalla stalla alla tavola, per una filiera corta, garantita e controllata. Questo il progetto legato alla tecnologia Blockchain presentato questa mattina a Rodigo dall’azienda agricola Corte Sempione-Bignotti, realtà associata a Confagricoltura Mantova, alla presenza dell’assessore regionale all’Agricoltura Fabio Rolfi e con la regia del Consorzio Lombardo Produttori Carni Bovine: «La tecnologia Blockchain – spiega il titolare Stefano Bignotti – ci consente di fornire al consumatore, tramite scansione di un qr code, tutte le informazioni relative al taglio di carne che si sta acquistando. Informazioni legate a tipologia e luogo di allevamento ma anche, per la prima volta, legate ai dati Asl sulle vaccinazioni degli animali e sui controlli sanitari effettuati in allevamento. Tutto questo in un’ottica di trasparenza assoluta nei confronti di chi acquista la nostra carne, sana e di prima qualità».
 
Il progetto, realizzato in collaborazione con Regione Lombardia, si sposa perfettamente con l’apertura del nuovissimo spaccio aziendale, inaugurato proprio dall’assessore Rolfi questa mattina: «Qualità dei prodotti, benessere animale e innovazione – ha detto Rolfi – sono gli elementi vincenti sui quali stiamo puntando per rilanciare il settore delle carni bovine, che sta attraversando un periodo a dir poco complicato. La zootecnia è spesso sotto attacco, e la carne rossa in particolare è vittima di fake news prive di alcun fondamento scientifico, ma che purtroppo trovano terreno fertile sul web e sui social. Dobbiamo combatterle con una corretta informazione, e con la qualità e la sicurezza dei nostri allevamenti».
 
L’azienda agricola Corte Sempione-Bignotti alleva circa 300 capi di razza irlandese, che trascorrono in allevamento un periodo di otto mesi, prima di essere macellati. Dopo trenta giorni di frollatura, la carne rientra in azienda già confezionata, pronta per essere venduta in pacchi misti da 10 kg, disponibili su prenotazione.





precedente: Pac 2021, nulla di nuovo all'orizzonte
successivo: Progetto Nocciolo: una nuova opportunità economica per i nostri associati


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]