COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Il Food&Science Festival 2019 chiude con oltre 20.000 presenze
News e comunicati ^
 
20 Maggio 2019


Il presidente Cortesi e il sindaco Palazzi tagliano il nastro del Food&Science Festival 2019
Il presidente Cortesi e il sindaco Palazzi tagliano il nastro del Food&Science Festival 2019
Tre giorni per coinvolgere e sensibilizzare l’opinione pubblica su grandi temi scientifici di attualità, con l’obiettivo di gettare qualche seme utile alla crescita culturale del Paese: è questo lo spirito del Food&Science Festival, che ha mandato in archivio la sua terza edizione con oltre 20.000 presenze. Enorme in tal senso la soddisfazione da parte del nostro presidente Alberto Cortesi: «Mai come quest’anno il pubblico è stato partecipe. E non parlo solo degli appassionati e dei curiosi ma anche degli “addetti ai lavori”, scienziati e professionisti del settore, che sin dal venerdì hanno affollato le vie di Mantova. Questo ci permette di constatare un’importante verità: che la scienza, quella aperta a tutti, di taglio divulgativo, ha bisogno di manifestazioni simili per farsi largo ed essere accolta positivamente da una platea sempre più ampia. La società sta evolvendo rapidamente e l’apertura delle politiche europee verso le nuove tecnologie in campo agrario ne è la prova tangibile. Il Food&Science Festival ha captato il segnale e contribuisce a diffonderlo, anno dopo anno, ottenendo una risposta sempre positiva. Lo dimostra anche la partecipazione dei giovani e delle numerose classi scolastiche, presenze fondamentali per dare un’immagine del Festival come occasione di scoperta, conoscenza e crescita». Inaugurata da Gianpaolo Vallardi, presidente della Commissione Agricoltura del Senato, Massimiliano Giansanti, presidente nazionale di Confagricoltura, e Michele Morgante dell’Istituto di Genomica Applicata di Udine, la nostra manifestazione ha registrato il tutto esaurito per molte conferenze, tra cui quelle con l’etologo inglese Jonathan Silvertown e il premio Pulitzer Deborah Blum, con Mario Caironi del laboratorio di Elettronica Stampata e Molecolare dell’Istituto Italiano di Tecnologia, il ricercatore del CREA Luigi Cattivelli, Gabriele Bernardini, che ha risposto alla curiosità del pubblico sulle diete, il divulgatore e chimico Dario Bressanini, Michele Antonio Fino dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Davide Cassi e Roberta Razzano del Future Food Lab dell’Università di Parma, il profumiere Roberto Dario, lo scrittore e giornalista Massimo Polidoro. Neanche un posto libero poi per lo spettacolo “Dna”, nato grazie alla genialità artistica dei Deproducers – Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Max Casacci e Riccardo Sinigallia – con la consulenza scientifica del ricercatore AIRC Pier Paolo Di Fiore e del filosofo evoluzionista Telmo Pievani. Ricchissimi di attività anche i laboratori organizzati per i più piccoli e per le scuole, e folto pubblico anche per gli eventi organizzati dai main sponsor della manifestazione, vale a dire Intesa San Paolo, Fondazione Banca Agricola Mantovana, Syngenta, Gruppo Tea, Esselunga, Grana Padano, Parmigiano Reggiano e Granarolo, ma preziosa anche la collaborazione con Confcommercio Mantova, che ha organizzato una degustazione di gelato e la tortellata finale: «Il primo ciclo triennale del Festival si è concluso – ha detto il presidente Cortesi – ma siamo pronti a rilanciare il nostro impegno nei confronti della città e nei confronti del nostro meraviglioso pubblico, che anno dopo anno si lega sempre di più alla nostra manifestazione, dimostrando crescente interesse e competenza nei confronti degli eventi proposti. Confagricoltura Mantova, assieme al gruppo Frame e a tutti i partner, è pronta per inaugurare il nuovo capitolo del Food&Science Festival».





precedente: Maltempo, la grandine fa danni nell'Alto mantovano
successivo: L' Agricoltura Mantovana n° 9 del 13 maggio 2019


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]