COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Food&Science 2019 toglie i veli
News e comunicati ^
 
16 Aprile 2019


In una Loggia del Grano addobbata di rosso, il colore scelto per l’edizione di quest’anno, è andata in scena la conferenza stampa di presentazione del Food&Science Festival 2019, in programma a Mantova dal 17 al 19 maggio: «Il settore agricolo è profondamente cambiato – ha spiegato Alberto Cortesi, presidente di Confagricoltura Mantova – e si sta rapidamente adattando alla modernità dei tempi in cui viviamo. È innegabile che anche e soprattutto nel nostro comparto servano ricerca, innovazione e scienza. È per questo motivo che tre anni fa abbiamo deciso di dare il via a questa splendida avventura chiamata Food&Science, per dare a tutti la possibilità di indagare, senza pregiudizio alcuno, sul rapporto che lega il cibo alla scienza della sua produzione. Abbiamo scoperto un universo, e con noi l’ha scoperto un pubblico che ogni anno, sempre più numeroso, giunge nella nostra splendida città». Dopo gli interventi delle autorità e dei main partner presenti, a svelare i primi eventi del programma sono stati i divulgatori del gruppo Frame, artefici di tutto quello che si vedrà dal 17 al 19 maggio prossimi: anche quest’anno Food&Science proporrà conferenze, mostre, laboratori e spettacoli, che abbracceranno numerose location nel cuore di Mantova. La parola chiave dell’edizione 2019 sarà “Semi”, intesi come semi di conoscenza da instillare al pubblico, e saranno come sempre più di uno i relatori internazionali, a partire da Jonathan Silvertown, docente di Ecologia evoluzionistica presso l’Università di Edimburgo, o Deborah Blum, editorialista del New York Times e vincitrice del premio “Pulitzer”. Tra i nuovi format impossibile non nominare il Quizzone, che coinvolgerà scuole e grande pubblico in un vero e proprio quiz domanda-risposta da svolgersi tramite un semplice smartphone, e “La scienza sul divano”, durante il quale  il divulgatore Roberto Rollini si sposterà a bordo di un vero divano per le strade di Mantova, per una serie di imperdibili interviste itineranti. Immancabili le mostre, che saranno “Rizosfera” (dedicata al sottosuolo) e “Food security” (fotografica), e gli spettacoli, con l’attesa per “DNA” dei Deproducers che cresce spasmodica. Tutte le info sul programma si trovano sul nuovo sito internet del Festival, www.foodsciencefestival.it.





precedente: Prezzi rilevati in Borsa Merci del 18 aprile 2019
successivo: Confagricoltura Mantova protagonista a Vinitaly 2019


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]