COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Intervista al presidente Alberto Cortesi
News e comunicati ^
 
03 Gennaio 2019


Il presidente Alberto Cortesi
Il presidente Alberto Cortesi
Il Governo ha da poco varato la nuova manovra economica. Qual è il suo giudizio?
«La manovra contiene provvedimenti importanti per il settore primario, come il piano di promozione del Made in Italy con 110 milioni di euro nel prossimo biennio o la proroga del “bonus verde”. Riconosciamo gli sforzi del Governo e accogliamo con positività il decreto, riservandoci però di approfondire e valutare meglio il tutto nelle prossime settimane. A chi guida il Paese chiediamo uno sforzo ancora maggiore per lo sviluppo del sistema agroalimentare nazionale».
 
Quali sono, dal punto di vista politico-sindacale, le battaglie che vi vedranno impegnati in questo 2019?
«La nuova Pac, che entrerà in vigore nel 2021, conserva sempre un’impostazione penalizzante per Mantova e la sua agricoltura specializzata. Il saldo dei contributi, che continuano a diminuire, è negativo, e su questo faremo sentire la nostra voce. Per quanto riguarda i contributi regionali Psr invece, prendiamo atto dell’impegno della Regione Lombardia per far sì che vengano utilizzati tutti i fondi a disposizione, ma permane al tempo stesso un problema di accesso ai contributi stessi, dovuto a un eccesso di burocrazia che penalizza le nostre aziende. Non so se tali paletti arrivino dall’Unione Europea o siano di competenza della Regione stessa, ma sta di fatto che chiedere aiuti per investire è sempre più difficile».
 
Nel 2018 gli imprenditori agricoli mantovani hanno avuto problemi con il gasolio agevolato. A che punto siamo?
«Mi auguro che tutto il lavoro, sia sindacale che tecnico, fatto dai nostri uffici porti dei frutti. La Regione ha ritenuto utile mantenere per un anno ancora in vigore l’attuale sistema di assegnazione dei buoni, in attesa di sviluppare una procedura informatica efficace».
 
Diamo ora uno sguardo a quella che sarà l’annata agricola in campo. Quali sono i settori dove occorre intervenire maggiormente?
«Nella nostra provincia il riso ha un’importanza fondamentale. Siamo ancora in attesa che la Commissione Ue faccia definitiva chiarezza sulla questione dazi di importazione, una misura importantissima per la salvaguardia del settore e la sua sopravvivenza. Ancora in difficoltà anche il settore cerealicolo, che necessità di un sostegno maggiore da parte del mondo politico per il suo rilancio. Si presentano ai nastri di partenza di quest’anno in buona salute invece quasi tutti i settori zootecnici».
 
Che 2019 prevede per l’agricoltura mantovana?
«I mercati sono in rapida e continua evoluzione, per cui è difficile fare previsioni. In questo 2019 di certo gli agricoltori mantovani sono pronti a impegnarsi e a fare investimenti. Chiediamo però regole certe alla burocrazia, che ancora oggi ci dà troppe incertezze. Una di esse è certamente la fatturazione elettronica, che ha avuto una partenza molto difficoltosa».




Confagricoltura Mantova, Cortesi Alberto, presidnete sez economica latte



precedente: Fauna selvatica, il commento di Confagricoltura Mantova
successivo: Fondo latte: dopo piĆ¹ di un anno e mezzo terminate le istruttorie


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]