COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Alberto Cortesi รจ il nuovo presidente di Confagricoltura Mantova
News e comunicati ^
 
10 Dicembre 2018


Da sx: il presidente uscente Lasagna, il direttore Daniele Sfulcini e il neoeletto Alberto Cortesi
Da sx: il presidente uscente Lasagna, il direttore Daniele Sfulcini e il neoeletto Alberto Cortesi
È Alberto Cortesi il nuovo presidente di Confagricoltura Mantova. Il 54enne allevatore di Roncoferraro, titolare dell’azienda agricola da latte “Bugno”, succede così a Matteo Lasagna, che ha lasciato il timone dell’associazione dopo un duplice mandato dalla durata totale di sei anni. Nome forte fin dall’inizio per l’eredità di Lasagna, Cortesi ha ricevuto diverse centinaia di voti al termine della giornata odierna, che ha visto i seggi aperti, per i soli soci di Confagricoltura Mantova, dalle 9 alle 17, nella sede di via Luca Fancelli e nei 13 uffici di zona in provincia. Cortesi sarà alla guida di Confagricoltura Mantova per i prossimi tre anni, nel segno della continuità e al tempo stesso dell’innovazione: «Aver condiviso sei anni da vicepresidente con Matteo (Lasagna, ndr) è stato importantissimo per me – spiega il neopresidente – e per prima cosa a lui va il mio ringraziamento. Mai come adesso ci rendiamo conto di quanto importanti siano stati i risultati da lui ottenuti. Ha dato una svolta all’insegna della modernità a Confagricoltura e per me la sua gestione è uno stimolo enorme, perché dovremo mantenere i livelli raggiunti in questi anni». Cortesi ha ben chiari quali saranno gli obiettivi sui quali lavorare: «Sicuramente cercheremo di impegnarci al nostro interno per potenziare o adeguare i servizi offerti ai soci. Il mondo agricolo e la burocrazia cambiano in fretta, dovremo tenere il loro passo. Sarà fondamentale lavorare in stretta sintonia con la Regione Lombardia. Confagricoltura Lombardia da questo punto di vista deve recuperare, dobbiamo farci promotori affinchè Milano dialoghi meglio con l’amministrazione. A livello comunitario ci siamo già fatti sentire sulla nuova Pac, ma dovremo stare con le antenne alzate. Le precedenti riforme ci hanno già danneggiato, non possiamo permetterci che in Italia e a Mantova arrivino ancora meno risorse per il comparto agricolo». A livello nazionale invece «il nostro riferimento sarà Lasagna – prosegue Cortesi – che in eredità ci lascia anche il “Food&Science” Festival. Lo potenzieremo sempre di più, per fargli avere la massima risonanza. È la nostra migliore carta d’identità». Presente allo spoglio elettorale anche il presidente uscente Matteo Lasagna, che ha fin da subito fatto un personale augurio al suo erede: «Alberto (Cortesi, ndr) è la persona giusta per la presidenza di Confagricoltura Mantova. In primis perché è un imprenditore agricolo a tutto tondo, con un’azienda moderna e vocata all’innovazione, concetti chiave per noi. In secondo luogo poi perché nella sua attività sindacale, sin qui, ha sempre messo al primo posto il socio, come deve e dovrà essere sempre in futuro. A lui va il mio personale augurio di buon lavoro, per un triennio proficuo e intenso, con tutti i dirigenti e il personale di Confagricoltura Mantova».




Confagricoltura Mantova, Cortesi Alberto, presidnete sez economica latte, Funzionari e Personale di Confagricoltura Mantova, Lasagna Matteo Presidente Confagricoltura Mantova



precedente: Prezzi rilevati in Borsa Merci del 13 dicembre 2018
successivo: Confagricoltura Mantova: si chiude l'era Lasagna


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]