COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Presentata a Milano la seconda edizione del "Food&Science" Festival
News e comunicati ^
 
19 Aprile 2018


Con una conferenza stampa andata in scena questa mattina nella splendida cornice di Palazzo Turati, a Milano, è stata presentata ufficialmente la seconda edizione del “Food&Science” Festival, in scena a Mantova dal 18 al 20 maggio. Promossa e organizzata da Confagricoltura Mantova, la manifestazione punta a indagare ed esplorare, con l’aiuto di autorevolissimi divulgatori, il complesso rapporto tra cibo e scienza: «Una scienza libera – ha detto il presidente di Confagricoltura Mantova Matteo Lasagna – e non a pagamento come qualche altra organizzazione vorrebbe far credere. Per noi poteva essere più semplice organizzare un mercatino di promozione dei prodotti locali, ma non è questo che vogliamo fare. Dobbiamo far capire al pubblico cosa c’è dietro i prodotti che ogni giorno arrivano sulle nostre tavole, e il pubblico deve interagire, fare domande, creando quella sinergia della quale tutto l’agroalimentare italiano ha fortemente bisogno. Se i nostri nonni chiamavano innovazione ciò che oggi per noi è tradizione, i nostri figli devono poter fare altrettanto. E per fare tutto ciò serve grande equilibrio, che non a caso è il tema portante della seconda edizione del nostro Festival». Un Festival che per l’assessore all’ambiente del Comune di Mantova Andrea Murari è «un dono all’intera città, una novità straordinaria dalle ambizioni altissime, che ritengo non sarà una comparsa, ma durerà a lungo per la serietà di chi vi sta alle spalle, a partire da Confagricoltura Mantova. Questa manifestazione semina qualità e porta a un miglioramento dell’intero dibattito pubblico».
 
E a svelare quello che il pubblico potrà vedere nella tre giorni mantovana (ma il programma è ancora in fase di ampliamento) sono stati Beatrice Mautino e Vincenzo Guarnieri, di Frame-Divagazioni scientifiche, che cura il palinsesto. Piazza Leon Battista Alberti ospiterà “Scienza al mercato”, una mostra-mercato di prodotti artigianali e artistici molto particolari, che ci farà scoprire ad esempio come è possibile trasformare gli scarti dell’allevamento in oggetti di arredamento e design. Poco più in là i laboratori didattici dedicati ai più piccoli, per scoprire divertendosi i segreti del riciclo dei rifiuti e della raccolta differenziata, ma anche la biodiversità e tutte le sfumature del gusto. Due saranno le mostre presenti in questa seconda edizione del “Food&Science” Festival. La prima, alla sala delle Capriate, sarà “Io vivo sano”, a cura della Fondazione Umberto Veronesi, mentre la seconda, allestita alla chiesa sconsacrata di Santa Maria della Vittoria e intitolata “Human Rice”, sarà un’esposizione interattiva sul riso, che accompagnerà i visitatori alla scoperta delle innovazioni compiute nella coltura negli ultimi diecimila anni. Immancabili anche quest’anno gli “Agricoltour”, che accompagneranno il pubblico in diverse realtà agricole del territorio: novità di quest’anno la collaborazione con il Parco del Mincio per una biciclettata nei prati stabili e un tour in motonave sul Mincio. Altra grande novità la rassegna cinematografica al Cinema del Carbone, con una serie di film stranieri tra cui spicca “Food Evolution”, che negli Stati Uniti ha riacceso fortemente il dibattito sugli Ogm. E poi l’interessantissimo programma delle conferenze, tra cui emerge l’appuntamento con l’americano Patrick McGovern, detto “l’Indiana Jones delle birre”, o l’evento “Ubriachi di scienza”, che farà luce sui danni dell’alcool nel nostro organismo. Imperdibile l’evento del venerdì sera al Bibiena, con il duo Neri Marcorè-Alessandro Marzo Magno impegnato in un reading sulla storia della cucina italiana, così come quello del sabato al Sociale, dove suonerà la “Vegetable Orchestra”, i cui strumenti sono ricavati direttamente da ortaggi di ogni tipo. Ma il Festival affronterà anche temi come il rapporto tra cibo e tumori, i miti da sfatare sull’alimentazione, il benessere animale, gli Ogm (con il recentissimo studio condotto dalla scuola superiore Sant’Anna di Pisa), il rapporto tra scienza e magistratura (dal caso Di Bella alla più recente xylella), il tormentone sacchetti biodegradabili e i conflitti tra le varie correnti alimentari: «Un programma ricchissimo di contenuti – conclude Lasagna – che con serietà e competenza mira a fare luce in maniera laica e imparziale su tantissimi aspetti d’attualità al giorno d’oggi. Vi aspettiamo a Mantova dal 18 al 20 maggio».




Confagricoltura Mantova



precedente: Food&Science Festival: ecco il programma
successivo: Prezzi rilevati in Borsa Merci del 19 aprile 2018


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]