COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Confagricoltura Mantova ai vertici nazionali
News e comunicati ^
 
22 Dicembre 2017


Carlo Lasagna
Carlo Lasagna

Stefano Salvarani
Stefano Salvarani

Mantova continua a guadagnare posizioni di prestigio all’interno dei vertici nazionali e regionali di Confagricoltura. Risale a pochi giorni fa infatti la notizia della nomina di Carlo Lasagna a presidente della Fiiaf, la Federazione delle imprese familiari, l’organismo che riunisce le oltre 150.000 imprese agricole familiari associate a Confagricoltura: «Le aziende agricole a conduzione familiare – ha detto Lasagna – sono imprese a tutti gli effetti e garantiscono la vitalità dei nostri territori. Sono inoltre le più diffuse e rappresentano un modello organizzativo importantissimo, con un orizzonte temporale che si sviluppa nell’arco delle generazioni. Nell’impresa-famiglia i giovani si insediano, apportano innovazione e miglioramenti gestionali e affrontano al meglio le difficoltà». Fondamentale anche gettare uno sguardo al futuro: «Le Pmi agricole – ha detto ancora Lasagna – hanno un grande potenziale e possono crescere utilizzando i vantaggi dell’aggregazione attraverso le reti d’impresa. Mi impegnerò affinchè vengano avviate azioni di sostegno all’innovazione e alla redditività di lungo termine come i Psr, il trasferimento di terreni e l’accesso al credito». Lasagna conduce insieme al fratello un’impresa familiare a San Benedetto Po, dove produce mais, grano tenero e duro, soia ed erba medica. L’impresa lavora a stretto contatto con gli altri attori della filiera, in particolare con gli allevatori di suini, soprattutto quello pesante tipico della zona, quelli di vacche da latte per la produzione di Parmigiano Reggiano ed i distributori.

Al vertice della federazione regionale di prodotto suini è invece arrivato Stefano Salvarani, titolare di un allevamento a Roncoferraro che negli ultimi anni ha differenziato la propria attività attraverso un macello aziendale per la produzione di salumi tipici, con certificazione dal campo alla tavola. Salvarani, che va a sostituire il presidente uscente Serafino Valtulini, dimissionario per inderogabili impegni aziendali, è stato eletto anche vicepresidente nazionale della federazione di prodotto: «Un concetto fondamentale – ha detto Salvarani subito dopo la sua elezione – è quello che riguarda il benessere animale, che sempre più impone agli allevamenti suinicoli un continuo adeguamento delle strutture aziendali e dei metodi di allevamento. Vigileremo attentamente su questo e su molti altri aspetti». Di fondamentale importanza, ha ribadito poi Salvarani, sarà anche lavorare bene sulla comunicazione, per diffondere notizie autentiche sul mondo dell’allevamento suinicolo lombardo. Come vicepresidenti sono stati nominati Giovanni Favalli di Brescia e Davide Berta di Cremona.
  




Confagricoltura Mantova, Lasagna Carlo, Suini, suinicoltura



precedente: "Oltre la guerra del grano", in campo per il grano duro
successivo: Stefano Ruffoni tra i migliori produttori di pomodoro in Italia


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]