COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Stefano Ruffoni tra i migliori produttori di pomodoro in Italia
News e comunicati ^
 
22 Dicembre 2017


“Il miglior pomodoro d’Italia ha un nome e un cognome” dice lo slogan della diciottesima edizione del premio “”Pomodorino d’oro” della Mutti, che premia i migliori quaranta produttori nazionali conferenti all’azienda di Parma. E all’interno della classifica spicca anche il nome di Stefano Ruffoni, associato di Confagricoltura Mantova e titolare dell’omonima azienda agricola a Ceresara: «Un’azienda—spiega Stefano Ruffoni—che da sempre produce pomodoro, ma abbiamo anche l’allevamento di galline e campi coltivati a zucche e mais. Ho preso in mano direttamente il tutto tre anni fa, quando mio padre Adriano è andato in pensione». A dire la verità Adriano è in pensione solo sulla carta, dato che ogni giorno si presenta regolarmente in azienda. Lui stesso, nel 2005, entrò nella prestigiosa classifica Mutti: «Nella nostra zona—prosegue Ruffoni—è difficile fare pomodori di qualità. Noi ne abbiamo circa 12-13 ettari, sui 33 ettari complessivi di azienda. La resa è di oltre diecimila quintali all’anno. i criteri scelti per la classifica riguardano il grado zuccherino, la pezzatura e la qualità complessiva dell’ortaggio». Il settore resta in parziale crisi: «È una lotta continua, ma è così in ogni settore. C’è da tirar fuori le unghie e lavorare sodo. Lo scontro è tra produttori e trasformatori, ognuno tira acqua al proprio mulino».
 




Confagricoltura Mantova, Pomodoro da industria



precedente: Confagricoltura Mantova ai vertici nazionali
successivo: Quanto possiamo fidarci delle previsioni del tempo?


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]