COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Under 40, a fine anno scade il bando per i finanziamenti
News e comunicati ^
 
29 Novembre 2017


Esattamente un mese e, per la precisione venerdì 29 dicembre, chiuderà il bando per la misura 6.1 del Psr, dedicato ai finanziamenti per i giovani agricoltori, quelli cioè di età compresa tra i 18 e i 40 anni. Per chi fosse interessato dunque siamo all’ultima chiamata, con il bando che poi verrà chiuso dopo due anni di attività. È tempo dunque di bilanci, per capire come e quanto i giovani si stiano affacciando verso il settore agricolo. Secondo i dati forniti da Regione Lombardia (aggiornati a luglio di quest’anno), sono stati finanziati finora 404 giovani agricoltori all’interno dei confini regionali. Di questi, soltanto 60 provengono dalla provincia di Mantova, il 15% del totale, e 21 di questi sono associati a Confagricoltura Mantova (il 35% dei finanziati mantovani): «Le aspettative che hanno seguito l’apertura del bando – spiega Andrea Carlini, presidente di Anga Mantova, la sezione giovani di Confagricoltura Mantova – erano alte, sia da parte nostra che da parte dell’amministrazione regionale, ma i risultati non sono stati quelli sperati. I numeri sono sotto le attese, cresceranno nell’andare a fine anno ma sarà un aumento lievissimo. In questa maniera la regione si trova con molte risorse inutilizzate».
 
In Lombardia sono previsti 20.000 euro per domanda, cifra che porta le risorse versate in provincia di Mantova a quota 1,2 milioni di euro, ma nelle altre regioni si viaggia su cifre diverse. In Emilia Romagna i contributi pro capite sono di 30.000 euro, in Piemonte di 35.000 euro, in Veneto e Toscana si toccano addirittura i 40.000 euro per domanda: «Vi sono poi anche notevoli impedimenti normativi, dato che gli Under 40, per poter accedere ai contributi, devono insediarsi da soli o con società formate esclusivamente da altri giovani agricoltori. Un fatto abbastanza raro, alla luce del fatto che molti iniziano la propria attività affiancando i famigliari, che non sono Under 40». Una possibile apertura su questo fronte potrebbe arrivare dal pacchetto “Omnibus”, approvato poco più di un mese fa a Bruxelles. Tra le novità inserite, la possibilità per gli Under 40, a partire dal 2018, di insediarsi anche in società miste, non cioè composte esclusivamente da altri giovani agricoltori. Previsto anche un innalzamento dei titoli Pac al 50%: «Si va nella direzione giusta – dice Carlini – e queste nuove misure inserite nel pacchetto “Omnibus” potrebbero favorire nel prossimo futuro l’insediamento di nuovi giovani nel settore primario. Si può ancora fare molto e Anga Mantova continuerà a confrontarsi con le istituzioni a tutti i livelli, per portare sui tavoli di lavoro proposte che possano aiutare i giovani imprenditori agricoli a creare reddito per il loro futuro e per quello delle loro famiglie».
  
 




Anga , Confagricoltura Mantova, PSR, Regione Lombardia



precedente: Prezzi rilevati in Borsa Merci del 30 novembre 2017
successivo: Glifosate autorizzato per altri cinque anni


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]