COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Agroalimentare, nel 2016 oltre 160mila controlli
News e comunicati ^
 
02 Gennaio 2017


Un'operazione di controllo del Nac
Un'operazione di controllo del Nac
Quasi quaranta milioni di euro di sequestri nell’agroalimentare italiano, frutto di accurati controlli che nel 2016 l’Ispettorato repressione frodi (Icqrf), i Carabinieri (con il loro nucleo antifrodi Nac), il corpo forestale e la Guardia Costiera hanno messo in atto su tutto il territorio nazionale. E le indagini hanno dato i loro frutti, dato che sono stati effettuati oltre 160mila controlli, dei quali più di 1.500 sul web, per un valore complessivo di oltre 36 milioni di euro. le sanzioni in totale sono state più di seimila.

Per quanto riguarda Dop e Igp, sono stati 240 i prodotti esaminati, e dagli scaffali dei supermercati di tutta Europa sono stati tolti falsi prosciutti, falsi formaggi, oltre a falsi oli extravergine, vini e aceti. Di grandissima importanza anche il lavoro fatto sul web, per il contrasto del falso Made in Italy. Grazie alle collaborazioni avviate con i maggiori players mondiali dell’e-commerce (come eBay, Alibaba e Amazon), ci sono state ben 896 segnalazioni di “italian sounding”.

Vediamo ora un po’ di cifre, che permettono di capire meglio la portata dell’operazione di controllo svolta nell’anno che si è appena chiuso. In totale sono stati effettuati 162.227 controlli, dei quali 115.250 dalla Guardia Costiera, 38.572 dall’Icqrf, 7.300 dal corpo forestale e 1.105 dal Nac. Il valore totale della merce contraffatta sequestrata ammonta a 36.122.890 euro. La cifra più alta è stata recuperata dall’Icqrf (13.636.361 euro), a seguire Guardia Costiera (11 milioni di euro), Nac (8.586.529 euro) e Cfs (2.900.000 euro).  




Confagricoltura Mantova, Ministro dell'Agricoltura



precedente: Prezzi rilevati in Borsa Merci.
successivo: Nel 2016 versato un miliardo di euro di anticipi Pac


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]