COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Blue Tongue: ecco le norme per la movimentazione degli animali
News e comunicati ^
 
30 Novembre 2016


1) Movimentazioni verso il macello per gli allevamenti siti in zona di restrizione:
  1. La movimentazione, anche per le aziende sede di focolaio, per la macellazione immediata nelle zone in restrizione (Z1+Z2) per stesso/i sierotipo/i per i territori geograficamente contigui:
 
  •  è consentita senza particolari vincoli.
 
  1. La movimentazione, anche per le aziende sede di focolaio, per la macellazione immediata verso zone in restrizione (Z1+Z2) per stesso/i sierotipo/i, ma con transito del carico attraverso zone indenni o in restrizione per sierotipo/i diversi,
e
la movimentazione, tranne per le aziende sede di focolaio, per la macellazione immediata verso zone indenni (Z3) o in restrizione per diverso/i sierotipo/i, è consentita alle seguenti condizioni:
 
  • Gli animali sono inviati in vincolo sanitario direttamente al macello. Una eventuale sosta per garantire il rispetto della norma sul benessere animale può essere effettuata solo nella stessa zona soggetta a restrizione;
  • Utilizzo di insetto repellenti sugli animali e di insetticidi sul mezzo di trasporto;
  • Notifica da parte delle ASL 48 ore prima della partenza del carico.
 
2) Movimentazioni degli animali da vita di qualsiasi età per gli allevamenti siti in zona di restrizione:
In generale non vi sono vincoli nella movimentazione di animali:
  • dalle zone indenni (Z3) alle zone in restrizione (Z2+Z1);
  • per la movimentazione nella zona di restrizione da Z2 a Z1, all’interno della zona Z2 e all’interno della zona Z1, purché gli animali da spostare non presentino segni clinici di malattia il giorno del trasporto;
 
  1. dalla zona di protezione (Z1) alla zona di sorveglianza (Z2), è consentita alle seguenti condizioni:
 
  • l’animale è vaccinato o, se inferiore ai 90 giorni di età, nato da madre vaccinata;
oppure
  • l’animale proviene da territorio stagionalmente libero (Z1 stagionalmente libero);
oppure
  • si effettua (animali non vaccinati anche se diretti verso zona Z2 stagionalmente libera):
    • visita clinica 24 ore prima della partenza e riportare l’esito sul modello IV
    • trasporto nelle ore diurne (estate 8-20; inverno 8-17)
    • utilizzo di insetto repellenti sugli animali almeno da una settimana prima del trasporto e di insetticidi sul mezzo di trasporto comprovata da attestazione firmata dal detentore e dal trasportatore
    • divieto di ulteriore movimentazione per 60 giorni successivi all’arrivo
 
  1. dalla zona di protezione (Z1) alla zona indenne (Z3), è consentita alle seguenti condizioni:
 
  •  l’animale è vaccinato o, se inferiore ai 90 giorni di età, nato da madre vaccinata;
oppure
  • l’animale proviene da territorio stagionalmente libero (Z1 stagionalmente libero);
 
  1. dalla zona di sorveglianza (Z2) alla zona indenne (Z3), è consentita alle seguenti condizioni:
 
  • l’animale è vaccinato o, se inferiore ai 90 giorni di età, nato da madre vaccinata;
oppure
  • l’animale proviene da territorio stagionalmente libero (Z2 stagionalmente libero);
oppure
  • l’animale va verso territorio stagionalmente libero (Z3 stagionalmente libero, mentre Z2 non lo è), rispettando le seguenti disposizioni:
    • visita clinica 24 ore prima della partenza e riportare l’esito sul modello IV
    • trasporto nelle ore diurne (estate 8-20; inverno 8-17)
    • utilizzo di insetto repellenti sugli animali almeno da una settimana prima del trasporto e di insetticidi sul mezzo di trasporto comprovata da attestazione firmata dal detentore e dal trasportatore
    • divieto di ulteriore movimentazione per 60 giorni successivi all’arrivo
oppure
  • per comprovati e gravi motivi di benessere animale, certificati dal servizio veterinario, rispettando le seguenti disposizioni:
    • PCR con esito negativo riportato sul modello IV effettuata su un campione di animali 7 giorni prima della movimentazione (costi a carico degli allevatori)
    • visita clinica 24 ore prima della partenza e riportare l’esito sul modello IV
    • trasporto nelle ore diurne (estate 8-20; inverno 8-17)
    • utilizzo di insetto repellenti sugli animali almeno da una settimana prima del trasporto e di insetticidi sul mezzo di trasporto comprovata da attestazione firmata dal detentore e dal trasportatore
    • notifica da parte delle ASL 24 ore prima della partenza del carico
    • PCR effettuata su un campione di animali dell’allevamento 7 giorni dall’arrivo (costi a carico degli allevatori)
 
  1. Per le aziende sede di focolaio si prevede la movimentazione dei capi da vita se:
  • l’animale è vaccinato o, se inferiore ai 90 giorni di età, nato da madre vaccinata;
oppure
  • per comprovati e gravi motivi di benessere animale, certificati dal servizio veterinario, per animali inferiori a 90 giorni di età e destinati ad altra azienda sita sempre in zona Z1, rispettando le seguenti disposizioni:
    • visita clinica 24 ore prima della partenza e riportare l’esito sul modello IV
    • trasporto nelle ore diurne (estate 8-20; inverno 8-17)
    • utilizzo di insetto repellenti sugli animali almeno da una settimana prima del trasporto e di insetticidi sul mezzo di trasporto comprovata da attestazione firmata dal detentore e dal trasportatore
    • divieto di ulteriore movimentazione per 60 giorni successivi all’arrivo.
In attesa della nota ufficiale da parte del Ministero della Salute, si anticipa che sono stati confermati negli ultimi giorni un focolaio a Brescia, uno a Mantova, uno ad Udine ed uno a Rimini di Blue Tongue sierotipo BTV4.




Blue tongue, Confagricoltura Mantova, Malattia, Vacche da latte, Zootecnia



precedente: Maiscoltura, i segreti per il rilancio del settore
successivo: Blue Tongue: primo caso rilevato nel mantovano


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]