COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Blue Tongue: nuove misure per la movimentazione dei capi
News e comunicati ^
 
26 Ottobre 2016


Un allevamento di pecore
Un allevamento di pecore
Non accenna a placarsi l’allerta per la Blue Tongue, la febbre catarrale che colpisce bovini e ovini e che si sta diffondendo anche nelle regioni del nord Italia. Nell’ultimo decreto ministeriale, pubblicato nemmeno una settimana fa, vengono introdotte misure che faciliteranno la movimentazione degli animali diretti al macello, escludendo la necessità della vaccinazione.

La movimentazione degli animali per prima cosa è interdetta nelle aziende con focolaio in atto, ed è permessa per le aziende ricadenti nelle zone “con infezione in atto” solo se nei 30 giorni precedenti alla data di spedizione non si sono verificati casi di Blue Tongue. Nelle zone in restrizione nei territori geograficamente contigui non c’è invece alcun vincolo. La movimentazione verso zone in restrizione, ma con transito dei capi in zone indenni o in restrizione per altri sierotipi, è consentita a patto che gli animali siano inviati direttamente al macello, vengano utilizzati insetto repellenti sui capi e insetticidi sul mezzo di trasporto, e ci sia notifica da parte delle Asl 48 ore prima della partenza. I movimenti diretti verso zone indenni o in restrizione per altri sierotipi è consentito alle medesime condizioni appena accennate.

La nuova disposizione dunque facilita notevolmente le movimentazioni degli animali verso i macelli. Si ricorda che per gli animali in vita resta invece fondamentale la vaccinazione, secondo quanto disposto dal Ministero della Salute.
 
 




Blue tongue, Malattia



precedente: Prezzi rilevati in Borsa Merci.
successivo: Sezione provinciale suini: il punto sul comparto


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]