COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Legge di bilancio: ecco le principali novità per il mondo agricolo
News e comunicati ^
 
24 Ottobre 2016


Come annunciato dai media, da pochi giorni è iniziato l’iter di approvazione della manovra finanziaria 2017, che entro la fine dell’anno dovrà essere ratificata dal Parlamento. Quali saranno le principali novità per il mondo agricolo? Ecco un riassunto delle principali misure.

IRPEF. È previsto l’azzeramento dell’Irpef per un periodo di tre anni, per i titolari di redditi dominicali ed agrari in possesso di qualifiche di Iap o Cd. La misura, che tecnicamente dovrebbe riguardare circa 400mila soggetti, opererà (salvo modifiche) sotto forma di esenzione o deduzione dal reddito catastale complessivo.

UNDER 40. È stata annunciata la decontribuzione per gli agricoltori Under 40, che sulla carta dovrebbe riguardare i lavoratori autonomi agricoli, in relazione alla loro posizione pensionistica.

PREMI DI PRODUTTIVITÀ. Aumenterà l’importo assoggettato all’imposta sostitutiva del 10%. Dagli attuali duemila euro si passerà a tremila (quattromila per le aziende in cui è previsto il coinvolgimento paritetico dei dipendenti nell’organizzazione del lavoro). Aumenterà anche la fascia dei redditi che beneficia della detassazione del premio di produttività, passando dagli attuali 50mila a 80mila euro.

INCENTIVI PER LO SVILUPPO. Misura collegata al progetto Industria 4.0. Per il rilancio degli investimenti sono riconosciute specifiche agevolazioni fiscali per i titolari di reddito d’impresa, con incremento delle quote di ammortamento dei nuovi beni strumentali (superammortamento al 140%) e di quelle per i beni con tecnologie innovative (iperammortamento al 250%). Verranno concessi inoltre appositi crediti d’imposta e detrazioni fiscali per start-up e venture capital.

RIDUZIONE IRES. Diventerà operativa la riduzione dell’Ires dal 27,5% al 24%, misura già prevista in ogni caso dalla legge di stabilità.

EQUITALIA. La nota società di riscossione sarà chiusa entro sei mesi, con conseguente affidamento all’agenzia delle entrate dei compiti di riscossione delle imposte.

IRI. Per i titolari di reddito d’impresa si prevede un regime di tassazione “separata” (Iri), allineata all’aliquota Ires del 24%. In sostanza, fintanto che il reddito verrà reinvestito nell’impresa, la tassazione sarà applicata con aliquota ridotta al 24%.

STUDENTI. Previsto uno sgravio fiscale fino a 3.250 euro l’anno per tre anni per l’assunzione a tempo indeterminato o in apprendistato (dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018) di uno studente che ha svolto all’interno dell’azienda stessa un periodo di formazione o un tirocinio curricolare. L’assunzione dovrà avvenire entro sei mesi dall’acquisizione del titolo di studio.

SUD ITALIA. I datori di lavoro privati di Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, Abruzzo e Molise che assumeranno (dal 1° al 31 gennaio 2017) a tempo indeterminato o con contratto di apprendistato giovani tra i 18 e i 24 anni o persone con più di 24 anni prive di impiego da almeno sei mesi, avranno diritto a uno sgravio contributivo fino a 8.060 euro.

PENSIONI. Previsti sette miliardi in tre anni a sostegno delle pensioni più basse, con introduzione e rafforzamento della quattordicesima. L’anticipo pensionistico (Ape) spetta ai lavoratori di almento 63 anni, che siano a 3 anni e 7 mesi dalla pensione di vecchiaia. Potranno accedere all’Ape sociale i lavoratori con almeno 30 anni di contributi se disoccupati, invalidi o con parenti di primo grado con disabilità grave, oppure chi avrà raggiunto i 36 anni di contributi facendo lavori cosiddetti “pesanti”. Accederanno all’Ape volontaria i lavoratori con 20 anni di contributi versati, e in questo caso la rata di restituzione del prestito andrà di media dal 4,6 al 4,7%.

RECUPERO EVASIONE IVA. Al fine di ridurre il “tax gap” Iva (la differenza tra gettito potenziale e gettito effettivamente incassato dall’erario), che in Italia ammonta a circa il 30% del dovuto, sono introdotti nuovi obblighi di comunicazione dei dati Iva. Da gennaio dunque sarà introdotto, al posto dell’annuale “Spesometro”, l’obbligo trimestrale della comunicazione dei dati relativi alle fatture emesse e ricevute, mediante invio telematico entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre. L’invio deve comprendere i dati dei soggetti coinvolti, la data e il numero della fattura, la base imponibile, l’aliquota applicata, l’imposta e la tipologia di operazione.

DEFINIZIONE AGEVOLATA CARICHI ESATTORIALI. Relativamente ai carichi inclusi in ruoli, i debitori possono estinguere il debito senza corrispondere le sanzioni incluse in tali carichi, gli interessi di mora e le somme aggiuntive mediante pagamento integrale dell’importo, ovvero dilazionato entro il limite massimo di quattro rate. Il contribuente che volesse avvalersi della definizione agevolata è tenuto a presentare (entro il 90° giorno dalla data di entrata in vigore del ddl) un’apposita dichiarazione con le modalità, indicando il numero di rate con le quali intende pagare.




Confagricoltura Mantova



precedente: Sezione provinciale suini: il punto sul comparto
successivo: Presentato ufficialmente il "Mantova Food&Science Festival"


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]