COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Aiuti per la riduzione di latte: ecco termini e regolamento
News e comunicati ^
 
12 Settembre 2016


Un allevamento di vacche da latte
Un allevamento di vacche da latte
Pubblicata dal Ministero per le politiche agricole la circolare contenente i termini e i regolamenti per la presentazione delle domande di aiuto per la riduzione della produzione di latte. L’Unione Europea infatti ha stanziato 150 milioni euro per cercare di ridurre la quantità di latte e riportare così in equilibrio i mercati: «Una mossa davvero incomprensibile – ribadisce il presidente di Confagricoltura Mantova Matteo Lasagna – e anacronistica. Prima vengono eliminate le quote latte, ora con questi incentivi per la riduzione è come se fossimo tornati sotto un regime di quote. Sarebbe stato sufficiente regolamentare le norme che erano già presenti, non eliminarle per poi dare spazio a provvedimenti come questo».

Il primo periodo di riferimento per la riduzione sarà compreso tra i mesi di ottobre e dicembre di quest’anno. L’aiuto unionale è fissato a 14 euro per ogni 100 chilogrammi di latte prodotto in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.  Il periodo in cui sarà possibile presentare le domande per il primo trimestre scadrà il 21 settembre alle ore 12. Per il periodo novembre-dicembre-gennaio la scadenza è il 12 ottobre; per il periodo dicembre-gennaio-febbraio, il 9 novembre; per il periodo gennaio-febbraio-marzo, il 7 dicembre. Sarà possibile presentare una sola domanda di aiuto sui quattro trimestri complessivi, e qualora un richiedente dovesse presentare più di una domanda, tutte le sue domande dovranno essere ritenute irricevibili. Tuttavia, chi presenterà domanda per il primo periodo di riduzione, potrà farlo (se vi saranno quantitativi residui disponibili) anche per il quarto e ultimo periodo, che andrà da gennaio a marzo 2017.

La domanda di aiuto dovrà contenere nome, indirizzo, CUAA e IBAN del richiedente, la quantità di latte che si prevede di consegnare nel periodo di riduzione scelto, la quantità di latte consegnata nel corso dello stesso periodo dell’anno scorso, l’entità della riduzione (non inferiore a 1.500 chili, non superiore al 50% del quantitativo dello scorso anno) e la conferma dell’avvenuta consegna di latte nel corso del mese di luglio 2016.




Finanziamenti ed aiuti, Latte, Latte alimentare , Unione europea



precedente: L' Agricoltura Mantovana n° 17 del 12 settembre 2016
successivo: «Basta demonizzare la carne rossa»


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]