COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Nuove regole per la denuncia di infortunio.
News e comunicati ^
 
01 Aprile 2016


L’Inail, con la circolare n. 10 dello scorso 21 marzo, riprende le novità previste dall’art. 21 del D.Lgs. n. 151/2015 e riguardanti alcune semplificazioni sugli adempimenti formali in caso di infortuni sul lavoro e malattie professionali, in vigore dal 22 marzo 2016.
 
La novità principale riguarda l’obbligo, da parte dell’Inail, di comunicare all’autorità di pubblica sicurezza il luogo in cui si è verificato il sinistro e le informazioni relative agli infortuni, esonerando così da questo adempimento il datore di lavoro. L’Istituto è tenuto a comunicare le suddette informazioni in caso di infortuni mortali o con prognosi superiore a trenta giorni. Si ricorda che, fino al 21 marzo 2016, il datore di lavoro era tenuto a presentare alla predetta autorità copia della denuncia d’infortunio per qualsiasi sinistro che avesse avuto per conseguenza la morte o l’inabilità al lavoro per più di tre giorni. Resta fermo l’obbligo, per il datore di lavoro, di trasmettere all’Inail la denuncia del sinistro entro due giorni (cinque giorni in caso di malattia professionale)  da quello in cui ne ha avuto notizia.
 
Altra novità: l’esonero dall’obbligo della trasmissione all’Istituto, assieme alla denuncia d’infortunio, del certificato medico, compito delegato al medico che presta la prima assistenza. Tuttavia il datore di lavoro è ora tenuto a inserire nella denuncia i dati relativi al numero identificativo e alla data di rilascio della certificazione (informazioni fornite dal lavoratore o prelevabili tramite internet). Si  ricorda inoltre che dal 23 dicembre 2015 è stato abrogato il registro infortuni.
 
Sempre dal 22 marzo, il medico che presta la prima assistenza a un lavoratore agricolo ha l’obbligo di redigere il certificato medico e di trasmetterlo all’Inail in via telematica o tramite la struttura sanitaria di appartenenza. La stessa cosa vale in caso di malattia professionale. È importante ricordare che il lavoratore ha l’obbligo di dare immediata notizia al datore di lavoro di qualsiasi infortunio gli capiti - anche se di lieve entità - così com’è tenuto a denunciare la malattia professionale entro 15 giorni dalla sua manifestazione. Per assolvere a questo obbligo, secondo l’Inail, può fornire al datore di lavoro il numero identificativo del certificato, la data della sua emissione e i giorni di prognosi relativi all’evento.





precedente: Prezzi rilevati in Borsa Merci.
successivo: Dieci mesi di aggregazione. Confagricoltura presenta OPERA, l'OP della pera.


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]