COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Psr, Confagricoltura ai giovani agricoltori: in palio premi da 20mila euro, approfittatene.
News e comunicati ^
 
14 Gennaio 2016


Com’è noto, ammonta a 23 milioni il budget che Regione Lombardia ha messo a disposizione dei giovani agricoltori al primo insediamento per incentivare il ricambio generazionale e la sopravvivenza di molte aziende. Sarà possibile presentare domanda di aiuto fino a fine 2017.

È Confagricoltura ad analizzare le opportunità, ma anche le criticità con cui i giovani imprenditori agricoli devono confrontarsi. Dal 2008 al 2014, stando ai dati elaborati dall’ufficio tecnico dell’organizzazione,  a  Mantova sono stati premiati 370 giovani - il 30% dei beneficiari regionali - per circa 6 milioni di contributi. E la nostra provincia è stata fra quelle che più ha sfruttato i benefici della misura a sostegno degli under 40 - solo Pavia ha fatto meglio di Mantova -, non a caso c’è stato un turnover significativo.

«Il nuovo Programma di sviluppo rurale prevede, per ogni giovane, la possibilità di ottenere un premio di 20mila euro, il doppio di quello precedente che ammontava a quota 10mila», spiega Pietro Angeli, presidente dei Giovani di Confagricoltura. Da qui l’invito a fare domanda tramite gli uffici di Confagricoltura a tutti i giovani di età compresa fra i 18 e i 40 anni non ancora compiuti, titolari di impresa individuale, oppure soci di società di persone (in questo caso, tutti i soci devono essere giovani) insediati da meno di 12 mesi dalla data di presentazione della domanda. Per data di insediamento si intende quella di attivazione della partita iva, ovvero della prima fattura in entrata o uscita. Il richiedente deve essere un agricoltore attivo quindi disporre della qualifica di imprenditore agricolo professionale.

«Purtroppo – ha puntualizzato Matteo Lasagna – non possiamo non evidenziare alcuni punti di criticità. Il bando è uscito molto tardi a causa dei rallentamenti legati all’approvazione del Psr lombardo e vari giovani non potranno accedere alla misura perché sono passati più di 12 mesi dal loro insediamento. Ricordo che l’ultimo bando per gli under 40 con il vecchio Psr terminava a settembre 2014, ragion per cui chi si è insediato da ottobre a dicembre 2014 ne resta fuori. Non solo, si parla spesso della necessità di favorire il ricambio generazionale, ma nella pratica avviene esattamente il contrario. Basti pensare che la legge di Stabilità applica la tassazione Imu anche al proprietario dei terreni che affitta ai figli, vanificando di fatto l’aiuto che proviene dal Psr con una maggiore tassazione. Si tratta oggettivamente di un controsenso e servirebbe una revisione della norma per agevolare davvero i casi di affitto tra genitori e figli».




Confagricoltura Mantova, PSR 2014 - 2020



precedente: Legge di Stabilità, esonero contributivo per chi assume a tempo indeterminato.
successivo: Nessuna ingiuria a Bernardelli, Sfulcini assolto perché il fatto non sussiste.


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]