COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Nessuna ingiuria a Bernardelli, Sfulcini assolto perché il fatto non sussiste.
News e comunicati ^
 
14 Gennaio 2016


Una recente sentenza della suprema Corte di Cassazione annulla, senza rinvio, la sentenza del Tribunale di Mantova che il 5 novembre 2013 condannava il direttore di Confagricoltura Mantova Daniele Sfulcini per diffamazione nei confronti del giornalista Matteo Bernardelli. Quest’ultimo, che attualmente ricopre diversi incarichi tra cui quello di addetto stampa dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e del Confai, fino a luglio del 2009 era l’addetto stampa di Confagricoltura Mantova. Ai tempi una lettera del direttore Sfulcini, in risposta a una polemica lettera di dimissioni firmata da Bernardelli, aveva provocato la reazione del giornalista al punto da indurlo a denunciare per diffamazione Sfulcini che, a sua volta, presentò ricorso in Cassazione chiedendo l’annullamento della sentenza di Mantova.

Recentemente la Cassazione, che ha definito il comportamento del giornalista «di dubbia opportunità sotto il profilo etico o deontologico, in ragione del rapporto di dipendenza che all’epoca lo legava all’organizzazione», ha rovesciato completamente il giudizio del Tribunale di Mantova, riconoscendo a Sfulcini il diritto di critica. In particolare, ha stabilito che le parole riportate nella lettera di Sfulcini e che facevano riferimento a una «incapacità di riuscire a svolgere in modo proficuo l’incarico affidatogli» non possono essere  interpretate  come un giudizio negativo sulla capacità professionale del giornalista, bensì sulla sua non idoneità a portare avanti l’incarico conferitogli da Confagricoltura Mantova. Da qui la decisione della Suprema Corte di annullare la sentenza impugnata «perché il fatto non costituisce reato». Sfulcini è stato difeso dall’avvocato Franco Coppi, Bernardelli da Dionigi Biancardi.




Confagricoltura Mantova



precedente: Psr, Confagricoltura ai giovani agricoltori: in palio premi da 20mila euro, approfittatene.
successivo: Nutrie, esplode la rabbia. Lasagna: «Non costringeteci a portarle in centro a Mantova».


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]