COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

TTIP, il discusso accordo commerciale Usa-Ue sotto la lente di Confagricoltura.
News e comunicati ^
 
11 Settembre 2015


L'Europa è nel mezzo di una trattativa che potrebbe ridisegnare il flusso di commercio più importante del mondo, quello con gli Stati Uniti. Eppure tanti ancora non sanno cos'è il TTIP: un gigantesco accordo di libero scambio tra le due potenze - coinvolge più di 800milioni di abitanti e si prevede l'eliminazione di tutti i dazi sugli scambi bilaterali di merci – che in un futuro non molto lontano potrebbe avere ripercussioni pesanti anche per l'Italia. Da qui la scelta di Confagricoltura Mantova di parlarne con le massime cariche istituzionali dell'agricoltura in Italia e in Europa alla cena – dibattito, moderato da Simone Spetia, giornalista di Radio 24 – Il Sole 24 Ore, tenutosi alla Fiera Millenaria di Gonzaga.

«Non nascondiamo le nostre criticità per la segretezza che sta caratterizzando le fasi di negoziazione – ha spiegato Matteo Lasagna, presidente di Confagricoltura Mantova – ma non accettiamo commenti approssimativi come quello del Consorzio agrituristico mantovano che si è limitato a bocciare alcuni aspetti di questo accordo senza conoscerlo nella sua totalità. Il nostro vuole essere un approccio diverso, conoscitivo. Questa è l'epoca del calo dei consumi interni e di una grande distribuzione che non riesce a dare remunerazione alle nostre aziende. Per questo dobbiamo puntare sull'export e far sì che le nostre eccellenze arrivino sulle tavole degli americani. E, soprattutto, vogliamo sapere cosa ne pensano i produttori».
A Gonzaga, in videocollegamento, anche Herbert Dorfmann, membro della commissione Agricoltura del Parlamento europeo che sta seguendo in prima persona i negoziati: «Di certo – ha sottolineato – la commissione difenderà gli standard di sicurezza europei. Per quanto concerne il settore agricolo, le difficoltà più grandi riguardano la riduzione delle tariffe doganali. Inoltre bisognerà trovare un accordo sull'utilizzo degli ormoni, che la legislazione europea vieta, e su quello dei pesticidi per i quali negli Stati Uniti, in molti casi, la tolleranza è pari a zero».

Fra gli altri punti cruciali del negoziato - come evidenziato da Denis Pantini di Nomisma - quello legato al riconoscimento delle indicazioni geografiche per cui l’Europa si sta battendo insistentemente. «Da un punto di vista economico – ha detto Pantini -  il TTIP dovrebbe portare dei concreti vantaggi al mercato agroalimentare italiano. Questo settore rappresenta infatti il 16% del PIL nazionale, mentre il 19% della produzione viene esportata all’estero». Una percentuale molto bassa rispetto ad altri Stati membri ma che potrebbe crescere grazie proprio alla ratifica del Trattato. L'intesa agevolerebbe l'accesso ai rispettivi mercati: gli Stati Uniti sono interessati a vendere prodotti come il granturco e la soia, mentre le esportazioni europee riguardano soprattutto generi alimentari quali alcolici, vino, birra, formaggi, prosciutto e cioccolato, abbattendone di conseguenza i costi.

«Quel che è certo – ha garantito Maria Teresa Bastiani, alto funzionario del ministero per lo Sviluppo economico – è che si arriverà a un documento che gioverà a entrambi i blocchi coinvolti. Tra le tante preoccupazioni dell'UE vi è quella delle possibili conseguenze sanitarie derivanti dalla libera importazione dei prodotti made in USA. Al riguardo – ha aggiunto Bastiani – il nostro Governo ha chiesto alla Commissione di assicurarsi che il TTIP garantisca il pieno riconoscimento e una forte protezione giuridica delle indicazioni geografiche dell’UE, salvaguardando i nostri prodotti a denominazione certificata. È poi merito della delegazione italiana – ha concluso il funzionario del Ministero, se la Commissione ha iniziato a rendere noto i contenuti del trattato su un apposito sito web. In tal senso avevamo chiesto più trasparenza». Concetto ribadito da Vincenzo Lenucci, responsabile del settore economico di Confagricoltura – «per il quale gli accordi in corso sicuramente garantiranno vantaggi economici reciproci, ma che però nascondono insidie su cui sarà necessario vigilare affinchè il trattato non avvantaggi troppo gli USA soprattutto per il settore agricolo».
 
Per saperne di più sugli accordi USA–UE.
La Direzione Generale Trade della Commissione europea ha creato uno spazio web dedicato ai negoziati TTIP con notizie, approfondimenti, documentazione, ecc. Per conoscere in modo approfondito i contenuti dei negoziati, è possibile consultare il sito: http://ec.europa.eu/trade/policy/infocus/ttip/index_it.htm.
 
 
 



Confagricoltura Mantova, Fiera Millenaria, TTIPP, negoziato USA_UE



precedente: Contro natura, dai pregiudizi alla verità sul cibo delle nostre tavole.
successivo: Prezzi rilevati in Borsa Merci.


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]