COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Nuovo incentivo per chi assume i giovani agricoltori.
News e comunicati ^
 
10 Novembre 2014


Dal 10 novembre 2014, i datori di lavoro agricolo che hanno assunto o assumeranno - nel periodo compreso tra il primo luglio 2014 e il 30 giugno 2015 - giovani tra i 18 e i 35 anni (non ancora compiuti), potranno presentare le istanze per beneficiare del nuovo incentivo per l’assunzione di giovani lavoratori agricoli. A diffondere la notizia è Confagricoltura, dopo la comunicazione ufficiale dell’Inps tramite una circolare del 5 novembre scorso. Le assunzioni potranno essere sia a tempo determinato che indeterminato (anche a tempo parziale), ma per accedere all’incentivo è necessario inoltrare all’Inps specifica istanza a partire dal 10 novembre. I lavoratori da assumere dovranno essere senza un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi o privi di diploma di istruzione secondaria di secondo grado.

Più dettagliatamente, sono da considerare coloro che non hanno prestato attività lavorativa nel semestre precedente l’assunzione e coloro che, pur avendo lavorato nel periodo in questione, lo hanno fatto per un numero di giornate inferiore a 100 nei 12 mesi antecedenti l’assunzione. Per le assunzioni a tempo determinato, il contratto deve avere una durata almeno triennale e garantire al lavoratore un periodo di occupazione minima di 102 giornate annue. Il beneficio previsto dalla legge può essere riconosciuto anche in caso di proroga e trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto di lavoro instaurato prima del 1° luglio 2014. L’incentivo è pari a 1/3 della retribuzione lorda imponibile previdenziale per un periodo complessivo di 18 mesi. In caso di assunzione di operai a tempo indeterminato,  l’incentivo viene corrisposto in un’unica soluzione decorsi 18 mesi dalla data di assunzione; in caso di assunzione a tempo determinato, invece, viene corrisposto per sei mensilità dopo il primo anno di assunzione, sei mensilità dopo il secondo anno e sei mensilità dopo il terzo anno.

L’incentivo è riconosciuto esclusivamente mediante compensazione con i contributi dovuti e il suo importo annuale. Non potrà superare l’importo di 3.000 euro per i lavoratori a tempo determinato e di 5.000 per quelli a tempo indeterminato. In caso di rapporto a tempo parziale, l’importo verrà ridotto proporzionalmente. Per accedere a questo beneficio il datore di lavoro deve essere in regola con tutti gli adempimenti legati agli obblighi contributivi, osservare le norme poste a tutela delle condizioni di lavoro e rispettare quanto previsto dagli accordi e contratti collettivi di categoria.

Un requisito molto importante richiesto ai fini della fruizione dell’incentivo è quello che le assunzioni in oggetto devono comportare un incremento occupazionale netto calcolato sulla base della differenza tra il numero di giornate lavorate nei singoli anni successivi all’assunzione e il numero di giornate lavorate nell’anno precedente all’assunzione.

Per accedere all’incentivo è necessario inoltrare all’Inps, esclusivamente per via telematica,  una specifica istanza a partire dal 10 novembre 2014. L’incentivo è riconosciuto dall’istituto in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande e fino a esaurimento dei fondi stanziati.
 





precedente: Prezzi rilevati in Borsa Merci.
successivo: Prezzi rilevati in Borsa Merci.


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]