COSTRUIAMO
UN FUTURO
FERTILE



A A A

Embargo Russia, al via gli aiuti per l’ammasso privato dei formaggi, del burro e del latte in polvere.
News e comunicati ^
 
08 Settembre 2014


Per affrontare la situazione di difficoltà creata dall’embargo imposto dalla Russia ai prodotti lattiero caseari provenienti dall’Ue, la Commissione ha emanato il regolamento che attiverà le misure di intervento per i formaggi, il burro ed il latte in polvere.  Il Regolamento prevede la concessione di aiuti per l’ammasso privato dei formaggi esclusi quelli freschi. I formaggi oggetto d’intervento dovranno essere di origine comunitaria, di qualità mercantile buona, sana e leale ed avere un’età minima corrispondente al periodo di maturazione che garantisca un incremento di valore del formaggio. Quindi, i formaggi, all’inizio dello stoccaggio, dovranno avere un’età minima che ne consenta l’immissione al consumo, una stagionatura minima che garantisca un’adeguata stabilizzazione del calo peso – per i formaggi a pasta dura non inferiore ai 60 giorni - essere idonei a sostenere una stagionatura di almeno 60 giorni dall’inizio dell’ammasso contrattuale.
La misura di intervento prevede lo stoccaggio al massimo di 155.000 tonnellate di formaggio, dall’8 settembre, fino al 31 dicembre 2014.

Anche per il burro e il latte in polvere è previsto un aiuto per coprire i costi fissi dello stoccaggio. Per questi prodotti, la misura è attiva dallo scorso 6 settembre, fino al prossimo 31 dicembre.

Si ricorda che le sole esportazioni 2013 di Grana Padano e Parmigiano Reggiano verso la Russia hanno rappresentato qualcosa come 1.615 tonnellate, per un importo di quasi 15 milioni di euro, mentre l’intero export italiano verso Mosca vale circa 700 milioni di euro.




Confagricoltura Mantova, Embargo Russia, Grana Padano, Parmigiano Reggiano



precedente: Greening e premi Pac. Cos’è, come si applica.
successivo: Speciale Eventi Confagricoltura.


Internet partner: Omega-Net
[www.omeganet.it]

Art direction by: Fachiro Strategic Design
[www.fachiro.com]